LENNON KELLY: ascolta in anteprima l’album “Malanotte”

1

A tre anni di distanza dal disco d’esordio ufficiale “Lunga vita al re” cui ha fatto seguito un lunghissimo tour tra Italia, Svizzera e Germania, i LENNON KELLY tornano con un nuovo album. “MALANOTTE” esce venerdì 2 febbraio per IndieBox Music (distr. digitale Artist First/IndieBox – distr. fisica Self/IndieBox).

Con “Malanotte”, i sette componenti della band, da sempre uniti dalla passione per la musica folk, portano le melodie irlandesi a fondersi con il punk e con il rock, aggiungendo a jigs e reels sfumature elettriche e graffianti su testi in stile cantautorale, diretti e rabbiosi.

L’espressione Malanotte è tratta da un’antica leggenda ambientata sulle sponde del Rubicone. Il disco è una raccolta di storie, stati d’animo ed esperienze, apparentemente disconnesse tra loro ma legate indissolubilmente da un filo tenace di intenti. Racconta di spiriti in terra di Romagna, di un guerriero caduto in tempi ormai persi minacciato dai lupi e dalla natura ostile, di pirati e capitani alle prese con navi prossime ad affondare e di folletti che popolano verdi brughiere. Omaggia J. R. R. Tolkien e ci fa trovare rifugio nel castello di un piccolo paese di collina.

Storie magiche e universali che abbracciano la tradizione, ma che allo stesso tempo, non distolgono mai lo sguardo dai paradossi della nostra società e ne sanno afferrare sapientemente le contraddizioni. In questi tempi caotici i Lennon Kelly ci chiedono di fermarci ad ascoltare, offrendoci un resoconto del loro modo di interpretare la vita e una genuina soluzione all’impazienza e alla frenesia quotidiana. La meta del viaggio è un futuro semplicemente sereno. Crescere e maturare senza perdere quella vena fanciullesca che rende il percorso sempre positivo e mai tentato dalla noia.

Con “Malanotte” la famiglia dei Lennon Kelly, formata da due fratelli, tre cugini e due amici di vecchissima data, sottolinea ancora una volta il forte legame con la propria terra, i propri luoghi e le tradizioni che animano la Romagna, perchè abbandonare le fiabe significherebbe privarsi della palestra per esercitare le inquietudini, paure e timori e procedere a mani nude verso l’ignoto.

One Response

  1. mario

    mi piace questo complesso che a differenza di altre band musicali rock è misto di punk con azioni di chitarra ellettrizzanti e graffianti.Complimenti,bravi e spero un giorno di vedervi ad un concerto.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.