Connect with us

Hi, what are you looking for?

Reportage Live

Reportage Live, Foto e Scaletta: NEGRITA Unplugged in concerto a Varese


Foto e Articolo di Fabio Lombardi

Recarsi ad un concerto a teatro è sempre un’incognita. Non appena entri in sala e ti siedi al tuo posto, inizi a porti domande che mai ti sarebbero passate per la mente in altre occasione. Dubbi amletici della serie: “ma si potrà stare in piedi?” o ancora “ma se canto come al solito, disturbo gli altri?”. Partono le prime note e tu sei lì: frenato sulla tua sedia con un occhio sul palco e con l’altro tra le file, pronto a cogliere l’attimo in cui il primo impavido deciderà di rompere gli indugi e lasciarsi andare.

Sono scene frequenti che si verificano un po’ ovunque: anche al Teatro Apollonio di Varese, dove i Negrita hanno fatto registrare l’ennesimo sold out del loro Unplugged Tour 2013. La platea varesotta ha infatti impiegato il tempo di qualche canzone per scaldare i motori e urlare “presente” al richiamo della band aretina.

Seduti sui propri sgabelli, Pau e soci hanno ubriacato i fan con un cocktail di canzoni nel quale sono stati shakerati pezzi storici e chicche che sembravano essere destinate alla convivenza forzata su cd. Dall’album Radio Zombie (2001) viene infatti rispolverata Luna, mai suonata live se non nelle prime date di questo tour.


Nulla viene lasciato al caso. Per l’occasione, ogni canzone veste un nuovo abito cucito su misura. Azzeccatissimo il restyling di Sale. Un po’ meno quello realizzato per Il libro in una mano, la bomba nell’altra: versione troppo pacata per una canzone che, per le stilettate a chiesa e stato contenute nel testo, provocò non poche critiche e censure al momento della sua uscita.

Con Rotolando verso sud si chiude un set di ben 18 canzoni, ma non è ancora il tempo di calare il sipario. Al ritorno sul palco della band, si riparte sulle note di Ho imparato a sognare e Splendido, cantata da un Drigo impegnato a districarsi tra chitarre acustiche ed elettriche per tutto il concerto.

E proprio quando trovi il coraggio per alzarti, ballare e cantare a squarciagola “mama maé prega perché il mondo va più veloce di me”, ti accorgi del tempo passato e che è già arrivato il momento dei saluti.

Il congedo finale?! Niente fiori sul palco, solo corna al cielo!

Clicca qui per vedere tutte le foto dei NEGRITA o guarda lo slideshow qui sotto.

Scaletta
1. Bonanza
2. Vai, ragazzo vai
3. L’uomo sogna di volare
4. Bum bum bum
5. Cambio
6. Hemingway
7. Brucerò x te
8. Luna
9. Che rumore fa la felicità?
10. Tutto bene
11. Lontani dal mondo
12. In ogni atomo
13. Destinati a perdersi
14. Il libro in una mano, la bomba nell’altra
15. Radio Conga
16. Sale
17. Un giorno di ordinaria magia
18. Rotolando verso sud
——————————–
19. Ho imparato a sognare
20. Splendido
21. Dannato vivere
22. Gioia infinita
23. Mama Maè

Avatar
Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...

Concerti

C’è grande festa in casa NEGRITA, non era per niente scontato, dopo tutto quello che abbiamo passato e che ancora stiamo passando. Ma la...

Concerti

Dopo le università e le scuole anche il mondo musicale si ferma. Come deciso dalle autorità, in Piemonte, Liguria, Lombardia, Emilia Romagna, Veneto e...

Reportage Live

Articolo di Roberta Ghio | Foto di Roberto Finizio La cornice è quella del Teatro Dal Verme, i cori sono da stadio, l’atmosfera è...

Reportage Live

Foto di Andrea Ripamonti Continua il tour “La Teatrale + Reset Celebration” per i Negrita che ieri sera si sono esibiti al Teatro Display...