Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Reportage Live

PinkPop Festival 2015 – Giorno 2 – Landgraaf, Olanda

Articolo di Stefania Clerici – foto di Roberto Finizio

Siamo al secondo giorno di Festival e la giornata non comincia con il piede, o meglio la gamba, giusta oggi. A causa della caduta dal palco di ieri, Dave Grohl ha dovuto annullare i suoi prossimi concerti, quindi non lo vedremo con i Foo Fighters sul palco del Pinkpop festival che quest’anno si chiuderà con Pharrell Williams.
Il dispiacere é immenso, ma di fronte alla salute c’é poco da fare… Non ci resta che attendere con impazienza novembre, quando la band verrá in Italia a Novembre!

L’apertura del mainstage al Pinkpop oggi arriva con i Wombats, il gruppo indie britannico uscito quest’anno con il nuovo album Glittenburg. Il tempo per scaldarci con qualche pezzo che un’ora più tardi apre i battenti il 3fm stage, con Selah Sue.
Artista belga classe 1989, già al suo secondo album, Reason é uscito da pochissimo, lo scorso aprile in Italia al Tunnel aveva anticipato il singolo di recente uscita, ma qui al Pinkpop oltre alle hit più famose come Raggamuffin e Alone, possiamo goderci i nuovi pezzi dell’ultimo lavoro in studio.

Per rimanere in tema e in zona artisti internazionali ma di “produzione” locale, ecco arrivare sul palco grande Anouk, artista olandese super famosa da noi per la hit mondiale Nobody’s Wife ma qui nei Paesi Bassi cantante in attività e acclamata dal pubblico. Oltre al suo pezzo più noto ci regala canzoni più intime, sempre spinte da un’anima rock soul super intensa.

Alle 19.15 sul palco Brand Bier arrivano gli Sheppard. Freschi del loro viaggio italiano dopo essere stati ospiti lo scorso aprile al programma Amici da Maria De Filippi, gli Sheppard sono un gruppo australiano esploso nell’ultimo anno con la hit Geronimo. Ora hanno pubblicato il loro primo album Bombs Away: tra le hit del momento anche Let me down easy e Shine my way.

L’articolo continua dopo la fotogallery del Day 2

Alle 20.15 é la volta dei The Script sul Mainstage, il gruppo irlandese guidato da Danny O’ Donoghue. Freschi del tour europeo “No sound without silence tour”, durante il quale sono stati anche a Milano lo scorso 28 marzo e dopo il tour Mondiale (Asia, USA e Sud America), The Script tornano in Europa al Pinkpop per una performance tutta rock.
Al calar del sole, tra una birretta e gli ultimi raggi della giornata, ci si perde sulle ballad del gruppo irlandese, che ci regala molti pezzi del nuovo album, da cui prende il nome l’omonimo tour, e grandi classici del loro repertorio, giá ascoltati qui al Pinkpop nel 2013.

Una capatina al tendone Brand Bier la alle 21 per The Eagles of Death Metal che a dispetto del nome non fanno proprio Metal ma un bel rock duro e spinto. Fondato da Jessie Huges (voce e chitarra) e da Josh Homme (basso e batteria), già leader e fondatore dei più noti Kuyss e Queen of the Stone age, the Eagles (of Death Metal) hanno al loro attivo 4 album e numerosi tour come gruppo spalla di The Strokes e Placebo (che ascolteremo domani!).

Ecco la setlist
Bad Dream Mama
Don’t Speak (I Came to Make a Bang!)
Heart On
So Easy
Cherry Cola
Complexity
(Boots Electric cover)
I Only Want You
Whorehoppin’ (Shit, Goddamn)
I Like to Move in the Night
I Want You So Hard (Boy’s Bad News)
Speaking in Tongues

Finalmente arriva l’asso della manica della giornata di oggi: Robbie Williams é l’headliner della giornata di oggi e in 80.000 riempiono il pratone del mainstage per assistere allo spettacolo dell’eccentrico artista Inglese.
Il Let me entertain you tour ha un titolo che parla da solo: due ore di puro divertimento sulle spalle (e sulle corde vocali) di uno showman a 360 gradi, capace di regalare forti emozioni, ridere, scherzare, commuovere, insomma intrattenere davvero il suo pubblico.
Un corpo di ballo quasi da musical, coriste super sexy, una band che segue il one man show ad ogni improvvisata compreso un pezzo a cappella, e la folla degli 80 mila pinkpoppers, pronti s seguire Robbie nei cori, rispondere, ballare, insomma costruire insieme a lui il suo show.
Sarà a Roma e a Lucca i prossimi 7 e 23 luglio, vi consigliamo caldamente di non perdere l’occasione di assistere al suo grandioso spettacolo, ne vale davvero la pena!

Setlist
Carmina Burana: O Fortuna
(Carl Orff cover)
Let Me Entertain You
Rock DJ
We Will Rock You / I Love Rock ‘n’ Roll
Monsoon
Come Undone / I Still Haven’t Found What I’m Looking For
The Road to Mandalay
Minnie the Moocher
(Cab Calloway and His Orchestra cover)
Swing Supreme
Ignition
(R. Kelly cover)
She’s the One – with Guy chambers on piano
Strong
No Regrets / Freedom 90
(George Michael cover)
Candy
Royals
(Lorde cover)
Millennium
Whole Lotta Love / Kids
Bohemian Rhapsody
(Queen cover)
Feel
Angels

Written By

Milanese, classe 1983, sono appassionata di musica, cinema e cultura pop. Adoro viaggiare, mangiare, dormire, viaggiare, ballare, sorridere e fare l'amore. Oltre a scrivere di musica su Rockon sono digital producer per il tuo canale tv preferito. Amo il rock in tutte le sue forme, i gatti, fotografare il cibo che mangio (e lo faccio da anni, non per moda social) e perdermi per le vie delle città che non conosco. Bulimica di serie tv, collezionatrice di vestiti, scarpe, borse e tutto ciò che può entrare in una grossa cabina armadio puoi chiedermi di tutto e ti darò la risposta che cerchi (altro che Google e il libro delle risposte!), basta non domandarmi: “qual è il tuo artista preferito?”.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...

Festival

In arrivo il festival estivo che aspettavi: Red Hot Chili Peppers, Robbie Williams, The queen of the Stone Ages, Editors, Machine Gun Kelly, OneRepublic,...

Musica

È morto dopo una breve malattia Mark Sheehan: il chitarrista e fondatore, insieme al cantate Danny O’Donoghue, della band irlandese dei The Script aveva 46...

Concerti

Tutti i successi dei 25 anni di carriera di Robbie Williams in un grande evento live con le Mura di Lucca a fare da...

Reportage Live

Lettera d’amore al protagonista dell’Unipol Arena di Bologna di ieri, 20 gennaio (in doppietta stasera), ma soprattutto delle nostre adolescenze e prova vivente della...