Connect with us

Hi, what are you looking for?

Reportage Live

NICK CAVE and the Bad Seeds: le foto e la scaletta del concerto di Verona

Foto di Roberto Finizio

Nonostante la pioggia battente a la minaccia di un temporale che ha rinviato l’apertura dei cancelli e reso impossibile l’utilizzo della buca sotto palco da parte di alcuni spettatori alle 22.15 Nick Cave e la sua band aprono il sipario dell’Arena di Verona ad uno dei live più straordinari che la scena musicale mondiale possa offrire.

Si parte carichissimi con “Get Ready for Love” e, anche se Nick è un pò spaesato per l’assenza degli abbracci del suo pubblico sottopalco, le prime due canzoni sono energia pura. Finalmente su “From Her to Eternity” raggiunge le prime file dell’Arena: tutto il pubblico si alza in piedi e cerca di raggiungere il cantautore australiano per poterlo toccare, fargli una carezza, ricevere un sorriso. (Rockon)

Il pubblico si incendia, dando il via a quello che si può considerare un miracolo della musica. La musica si confonde a preghiera e la preghiera entra negli occhi della gente che piange, sorride, lo ama.

Nick suona dolce “The Ship Song” accompagnandosi con il pianoforte. Note meravigliose e pesanti come macigni, come un’anima nera, come il cielo che sta notte non cadrà, perché è lui stesso a reggerlo. Ma la sua voce non cede e non trema, è ferma e salda. Ogni parola ha importanza e tutti quegli occhi che stanno a guardare, cantano e credono che tutto possa accadere accanto a lui. Elegante come un Lord inglese, potente come un reverendo, questa notte Nick Cave  & The Bad Seeds hanno fatto sognare anche me. Dopo più di due ore di concerto passate velocissime, era come aver fatto il giro della terra. (Gloria Abbondi)

Clicca qui per vedere le foto di Nick Cave in concerto all’Arena di Verona (o sfoglia la gallery)

Nick Cave & The Bad Seeds

NICK CAVE and the Bad Seeds – la scaletta del concerto all’Arena di Verona

Get Ready for Love
There She Goes, My Beautiful World
From Her to Eternity
O Children
Jubilee Street
Bright Horses
I Need You
Waiting for You
Carnage (Nick Cave & Warren Ellis cover)
Tupelo
Red Right Hand
The Mercy Seat
The Ship Song
Higgs Boson Blues
City of Refuge
White Elephant (Nick Cave & Warren Ellis cover)

Encore:
Into My Arms
Vortex

Prendiamo in prestito le parole di Graziella: si dice spesso dei live di Nick Cave (e dei Bad Seeds) per chi ha avuto la fortuna di vederlo e chi lo vedrà che non si può parlare di un concerto, ma Nick Cave dal vivo è un’esperienza religiosa e nessuno può dire il contrario, perché è raccoglimento, ricerca, condivisone e bisogno allo stesso tempo. Ci si allena nei concerti di Nick Cave, ci si allena a ricercare i suoi occhi disperati, perché chi ha avuto davanti il suo volto ha sicuramente provato da sempre quella sensazione di pietà per lui e per tutta quella gente che stava lì, ma non nel significato sporco che abbiamo oggi. La pietà che si riconosce nei suoi occhi è la pietà che porta amore e rispetto, è la pietà che accoglie e non distoglie lo sguardo, è la pietà che fuori noi tutti abbiamo perduto e lì si ritrova. Ecco i live di Nick Cave sono carichi di pietà , perché in quel momento tutti, ma proprio tutti si sentono amati da lui e rispettati, protetti come si fosse in una famiglia e ci si allena al raccoglimento, ci si allena, questo è il fondamento della sua arte, a cercare il silenzio. (continua)

Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...

Reportage Live

Foto di Cesare Veronesi Chiude in bellezza ieri sera a Verona il tour italiano dei Simple Minds, con il loro “40 Years of Hits Tour”:...

Reportage Live

KISS all'Arena di Verona per il loro End Of The Road World Tour

Reportage Live

Articolo di Gloria Abbondi | Foto di Matteo Scalet Zagabria 20 giugno ore 16:30, sulle isole del lago Jarun, si aprono le porte alla...

Reportage Live

La più grande band virtuale del mondo è sbarcata all’Arena di Verona per l’unica data italiana del Gorillaz World Tour 2022. Un enorme Ciao proiettato sui...