Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Reportage Live

L’ondata perfetta dei Subsonica invade il Rugby Sound di Legnano

Dopo l’uscita di Realtà Aumentata e il tour nei palazzetti, è iniziato il tour estivo della band: elettronica e dance sotto le stelle e senza pioggia per il popolo di quelli che saltano.

Articolo di Stefania Clerici | foto di Lara Bordoni

Non c’è inizio estate senza il temporale all’apertura del Rugby Sound, ma… dopo settimane di piogge e meteo pazzerelli manco fosse ancora marzo, ecco che uno degli assiomi delle “sfighe” della bella stagione mi viene smontato così: cielo terso su Legnano e concerto asciutto (bagnato sì, ma di sudore) per questa prima data!

Olè e mani in alto, questa volta non richieste, per un incrocio fortunatissimo di eventi che difficilmente si ripeteranno, non per mio pessimismo ma per esperienza sul campo (di rugby), per l’occasione settato con palco, tendoni, panchette e un’area street food davvero interessante. Spendo solo due parole (forse poco più di due, quindi se non vuoi sorbirti la polemica e leggere del live passa al prossimo paragrafo) per l’inutilissimo sistema del braccialetto/app per pagare food and beverage quest’anno: abbandonati gli odiatissimi (ma poi perchèèè?) token, ecco la “brillante” idea di un’app (almeno non obbligatoria se vuoi solo magiare) -salta coda (dicono) che di fatto salta coda non è: perchè per ricaricare il tuo braccialetto (con contanti o pos) devi farti la stessa coda che faresti per fare lo scontrino, oppure puoi ricaricare da app online (scaricando e connettendo la tua carta di credito) ma ah: puoi ricaricare il braccialetto a slot di 5 euro. Quindi lodevole l’acqua a SOLO 2 euro, ma come MINIMO ne devi acquistare 2 e poi a fine live chiedere il rimborso di 1 euro (rifacendo la fila… e chi la fa?). Contando che portarsi proprie borrace o bevande non è ammesso, sappiate che la consumazione minima del Rugby sound è di 5 euro (oppure potete scegliere di disidratarvi).

La serata viene aperta dal duo di dj Torbjørn Brundtland e Svein Berge che poco dopo le 21.30 hanno teminato il loro set per lasciare spazio agli headliner che con un Samuel visibilmente carico sul palco di Legnano dichiara di sentirsi “a casa”, spara la prima infilata di pezzi di Cani Umani, Mattino di luce e poi “non un Colpo di pistola, ma un Pugno di sabbia”. Lo spazio in setlist a Realtà Aumentata è lo stesso del tour dei palazzetti, tour che in questo batch estivo eredita scaletta e visual, a discapito di impiato scenico e sonoro: quella “grande macchina” di ascensori, slide di palco e schermi led è stata lasciata a casa e a questo giro si è preferito un impianto più snello e versatile per palchi e location all’aperto delle date estive.

Ma il viaggio cosmico di Samuel e i suoi dopo le frequenze della Realtà Aumentata con la visionaria Africa su Marte, fa un salto indietro nel tempo per ripercorrere gli universi paralleli di Microchip emozionale: ecco arrivare il trittico magico degli anni 2000 con le attesissime e ballatissime Aurora sogna,  Liberi tutti e Discolabirinto, per poi risalire nell’arco del tempo tra gli album de L’eclisse e Amorematico, con Veleno, Nuvole rapide e Il centro della fiamma. Come ci aveva preannunciato Samuel all’inizio di questa session, siamo davvero entrati nella tana dei Subsonica, riscoprendo quel sound così particolare che trent’anni fa ha iniziato a farci saltare.

Sul palco non mancano prese di posizione schierate, come i messaggi “Stop bombing Gaza”, “Stop bombing Ukraine” e la denuncia delle morti dei profughi nelle acque del Mar Mediterraneo: sono momenti in cui la band ci fa riflettere che questa sera siamo in festa sì, ma fuori c’è un mondo in fiamme. Non mancano anche momenti divertenti, come sulla datata Giungla nord, che prima di suonarla ci viene ricordato da Samuel che “quando si andava in discoteca da giovani, questa canzone si ballava un po’ da deficienti”, oppure Grandine, in cui il frontman sbaglia l’attacco e le parole perchè, dice, “è una canzone che mi ha sempre commosso”.

La seconda parte del live vede l’ingresso del rapper Ensi, con cui i Subsonica vantano featured di successo e che il pubblico di Legnano è ben contento di ballare: dalla romantica Il cielo su Torino, si passa al sound street di Scoppia la bolla, per poi lasciare il palco al solo Ensi con la sua hit Numero uno. La band fa il suo ingresso di nuovo on stage per la cover di Neffa  Aspettando il Sole che ci accompagna verso l’ultima sessione di pezzi del passato: si inizia con Istrice, per poi saltare a Nessuna colpa, con una bella dichirazione di Max Casacci, sopra anticipata, riguardo alla politica dei migranti.

La conclusione del live è tutta da saltare con le mani in alto, tra i beat sempre più alto de Il diluvio e Lazzaro, per poi sfociare con L’odore e l’infilata sempre perfetta di Tutti i miei sbagli e Strade, dedicate al loro più fedele pubblico, “a quelli che da tempo, aver ascoltato una nostra canzone in radio, sono usciti per andare a comprarsi un disco, hanno ascoltato e imparato a memoria i testi e si fanno chilometri e chilometri di strada per venire a un nostro concerto: grazie”.

Il tour dei Subsonica prosegue per tutta la penisola nel corso di questa bella estate Italiana: maggior info e biglietti qui

Anche il Rugby sound ha appena preso il via e prosegue con altri concerti per la prima metà del mese di luglio, con grandi nomi della scena internazionale ed italiana: qui tutto il programma e info per acquisto biglietti.

Scopri la foto gallery dei Subsonica a Legnano al Rugby Sound e sfogliala qui sotto oppure clicca qui

Subsonica

Scopri la scaletta dei Subsonica a Legnano al Rugby Sound – 27 giugno 2024

Cani umani

Mattino di luce

Pugno di sabbia

Africa su Marte

Veleno

Aurora sogna

Liberi tutti

Discolabirinto

Nuvole rapide

Il centro della fiamma

Giungla Nord

Grandine

Universo

Il cielo su Torino (with Ensi)

Scoppia la bolla (with Ensi)

Numero uno (Ensi cover)

Aspettando il Sole (Neffa cover) (with Ensi)

Istrice

Nessuna colpa

Il diluvio

Lazzaro

L’odore

Tutti i miei sbagli

Strade

Written By

Milanese, classe 1983, sono appassionata di musica, cinema e cultura pop. Adoro viaggiare, mangiare, dormire, viaggiare, ballare, sorridere e fare l'amore. Oltre a scrivere di musica su Rockon sono digital producer per il tuo canale tv preferito. Amo il rock in tutte le sue forme, i gatti, fotografare il cibo che mangio (e lo faccio da anni, non per moda social) e perdermi per le vie delle città che non conosco. Bulimica di serie tv, collezionatrice di vestiti, scarpe, borse e tutto ciò che può entrare in una grossa cabina armadio puoi chiedermi di tutto e ti darò la risposta che cerchi (altro che Google e il libro delle risposte!), basta non domandarmi: “qual è il tuo artista preferito?”.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...

Reportage Live

Foto di Marco Arici Il live di Massimo Pericolo al Rugby Sound Festival per alcuni fan è iniziato molto presto, infatti i fedelissimi hanno...

Reportage Live

Un concerto molto atteso in quel dell’hinterland milanese, il Rugby Sound porta il grande alternative rock davanti a migliaia di fan in quel di...

Reportage Live

Foto di Luca Moschini Il Parco della Certosa Reale di Collegno ha vibrato ieri sera al ritmo dei Subsonica, tappa piemontese del loro “La...

Festival

Da mercoledì 26 giugno a sabato 13 luglio 2024, nel Cortile della Lavanderia a Vapore nel Parco della Certosa di Collegno (To), torna Flowers...