Connect with us

Hi, what are you looking for?

Recensioni

MUSE – Drones

muse-drones2015 Warner Music

Da pochissimi giorni in circolazione, il nuovo disco dei Muse, Drones, è accolto con molti interrogativi e sparuti esclamativi; un disco sulla perdita di empatia della società moderna, special modo se la prende sui droni che – fredde macchine di commissione e disumanità – spiano, guardano, svelano e spersonalizzano l’essere umano e la sua vita, dunque un disco dai toni epici e – a loro modo – ossessivamente claustrofobici, tracce prede di paura e insicurezze che girano vorticosamente ma con una volontà nascosta di combatterle e rendere il pianeta sicuro e libero da chi vuole distruggerlo.

Nonostante i nobili proclami, siamo lontanissimi ere dai primi lavori della band inglese, Matthew Bellamy e compari si perdono completamente nel vuoto a rendere di una inevitabile stanca, uno di quei dischi fatti per “otturare” un buco discografico e nulla di più, i toni progressive metallizzati, le incursione elettroniche e le drammaturgie vocali del leader sono oramai cose che non smuovono più di tanto, rimangono appese ai ricordi degli esordi.

L’islam, le guerre di potere, demoni qua e demoni la a sguazzare in una mare di citazioni rock pompato sfarzosamente, i frame vocali del Sergente maggiore Hartman di Full Metal Jacket Drill Sergeant o un estratto da un discorso di JF Kennedy JFK, come le scorribande di distorsori che a tratti ricordano le marce sul palco di un Marilyn Manson invasato Psycho, Reapers, The handler, suonano come un riempitivo a tutti i costi non convincono assolutamente.

Con le ballate Revolt o The globalist c’è l’illusione che un qualcosa si stia raddrizzando, forse lo è, ma dopo due giri stereo l’illusione si mostra in tutta la sua interezza, e non rimane altro che spegnere il tutto e pensare ad altro.
Della serie non tutte le ciambelle riescono col buco, ma con le voragini…sì!!

[embedvideo id=”UqLRqzTp6Rk” website=”youtube”]

Avatar
Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...

Dischi

Con i frontmen Miles Kane (The Last Shadow Puppets) e Nic Cester (Jet), i chitarristi Graham Coxon (Blur) e Jamie Davis, più Matt Bellamy...

Dischi

“Tomorrow’s World” è il titolo del nuovo brano da solista, il secondo della sua carriera, di Matt Bellamy, il front man dei Muse. La...

Dischi

Per il 20esimo anniversario dell’album di debutto Showbiz, i Muse hanno annunciato l’uscita del cofanetto Origin of Muse. Questo cofanetto deluxe racconterà la storia...

Reportage Live

Ultima tappa in Italia per il trio inglese capitanato da Matthew Bellamy, che dopo aver riempito lo Stadio di San Siro a Milano, i...