Connect with us

Hi, what are you looking for?

Musica

YOKO ONO: è uscito il nuovo disco “Yes, I’m A Witch Too”

Dopo il grande successo di ‘Yes, I’m A Witch’ (2007) Yoko Ono torna sulle hit della sua carriera con nuove collaborazione e featuring. I 17 brani di ‘Yes, I’m A Witch Too’ rappresentano il meglio produzione musicale di Yoko Ono, riportata a nuova vita grazie ai featuring di Moby, Danny Tenaglia, Death Cab For Cutie, Peter Bjorn and John, Sparks, Sean Lennon, Portugal the Man, Cibo Matto, Tune Yards, MiikeSnow, Ebony Bones e molti altri.

[embedvideo id=”TkGBz24KqtA” website=”youtube”]

YOKO ONO che piaccia o meno è una delle personalità più importanti del nostro secolo, artista tra le più celebrate degli ultimi 50 anni e moglie e collaboratrice del grande John Lennon.

‘Yes, I’m A Witch Too’ di Yoko Ono è uscito il 19 Febbraio per Manimal records, un giorno prima del suo compleanno.
Tutti credono di sapere chi sia Yoko Ono, ma non tutti in la conoscono in modo approfondito. Yoko Ono è l’icona avant-pop per eccellenza, la nostra ha attraversato le epoche, passando dalle trans-avanguardie giapponesi alla scoppiettante downtown New York dei primissimi ’70 (non dimentichiamo i contatti con il free-jazz, nella figura di Ornette Coleman in assoluto).

Per anni i suoi detrattori la hanno additata come la nemesi artistica di John Lennon, mancando clamorosamente il bersaglio. Non c’è stata stagione che non l’abbia vista protagonista. Anche durante l’estasi dell’effimero movimento mutant disco, si ricavò un ruolo importante, tagliando una delle più sconvolgenti hit underground del periodo con ‘Walking On Thin Ice’. I cui ritmi incalzanti inaugurano questo nuovo progetto – ‘Yes, I’m A witch Too’ – in sostanza il successore al quasi omonimo ‘Yes I’m A witch’ del 2007 (Astralwerks) che indicò la strada a numerose e fruttuose collaborazioni.

‘Walking On Thin Ice’ è qui rivisitata dal celebre dj house Danny Tenaglia, ma non è questo l’unico motivo d’interesse in un disco colmo di collaboazioni importanti. Ci sono i paladini dell’indie-rock Death Cab For Cutie,Peter, Bjorn and John, gli intellettuali del glam SparkstUnE-yArDsMiikeSnowMoby, le vicinissime Cibo MattoPortugal The Man e numerosi altri.

Il lavoro del produttore esecutivo Rob Stevens è stato prezioso ed ha consentito alla nostra di confrontarsi ad armi pari con talenti di diverse generazioni, capaci di ridare lustro ad alcune delle sue più strabordanti visioni.

Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...

Cinema

Immaginate un film surreale che unisce momenti di fiction a scene reali riprese da un giorno qualunque nella mistica, visionaria, psichedelica vita di John...

Dischi

La prima tranche dell’operazione di ristampe dei dischi di Yoko Ono voluta da Sean Lennon prevede la ripubblicazione in versione rimasterizzata di ‘Unfinished Music...

Musica

Articolo di Ciro Campanile Quante copertine di dischi conoscete che sono state censurate? Proprio in questo periodo è stata stilata dal sito inglese NME, una...