Connect with us

Hi, what are you looking for?

Concerti

SZIGET Festival: dal 9 al 16 Agosto a Budapest la diciottesima edizione del più grande Festival d’Europa

Con la sua diciottesima edizione il Sziget diventa maggiorenne! In questo momento di crisi economica, il Festival ungherese si conferma la soluzione ideale di vacanza e divertimento per l’estate 2010. Gli appassionati di musica e di festival troveranno dal 9 al 16 agosto a Budapest ‘l’isola che c’è’: il Sziget, il Festival di musica, teatro, danza più grande d’Europa.

SZIGET Festival

L’isola di Obuda, un bellissimo parco di 76 ettari, si trasforma per una settimana all’anno nel più grande Festival d’Europa capace di accogliere 400mila persone e di soddisfare qualsiasi esigenza e gusto musicale e di spettacolo. L’atmosfera sull’isola è eccezionalmente amichevole e rilassata e i prezzi per mangiare, bere e dormire sono accessibili a qualsiasi tasca. Aggiungete, poi, che il Festival si tiene a 4-5 Km dal centro di Budapest, una delle capitali più belle d’Europa, famosa fra l’altro per le sue numerose terme. Il Sziget Festival è un immenso palcoscenico naturale: più di 1000 spettacoli organizzati su 60 stage per ascoltare e vedere il meglio della musica pop e rock, metal e hip hop, blues e jazz, reggae e afro, world music e folk, elettronica e classica. E poi grandi spettacoli teatrali e di danza, mostre d’arte e installazioni, sport estremi e gastronomia, artigianato e pittura. Un festival multimediale aperto al confronto tra culture dove gli stessi visitatori sono parte dello show (80mila ragazzi provenienti da tutta Europa ogni giorno ballano, mangiano, dormono, si amano sull’isola).

Il Sziget offre la più variegata line-up di tutti i festival estivi; questa la lista dei principali artisti che animeranno i palchi principali dell’edizione 2010:

Mainstage: Iron Maiden, Muse, Madness, Faithless, Danko Jones, Kasabian, Gwar, The Toy Dolls, Ska P, The Hives, The Specials, Papa Roach, Gentleman and the Evolution, The Cribs, Billy, Talent , Subsonica, Lyapis, Trubestkoy, K.I.Z., Thirty Seconds To Mars, Public Image Ltd., Death Valley Screamers, Rada, The Young Punx

World Music Main stage: Tony Allen, Buena Vista, Social Club & Omara Portuondo, R Jaune Toujours, Oi Va Voi, Los de Abajo, 08001, Rotfront, Shantel & Bucovina Club Orkestar, Amparo Sanchez, Tamikrest & Dirtmusic, Rupa & the April Fishes, Mahala Rai, Banda Cankisou

Wan2: Gorillaz Sound System, Bad Religion, Major Lazer, Yeasayer, Nina Hagen, Charlie Winston, Foreign Beggars, Peaches, C-Mon & Kypsky, Vive la Féte, Ez3kiel, Kees van Hondt, Inspector Cluzo, The Picturebook, Black Box Revelation, Skip The Use, zZz, Wildbirds & Peacedrums, Girls in Hawaii

Metal: Il Nino, The 69 Eyes, Children of Bodom, Paradise Lost, Monster Magnet, Enter Shikari, Fear Factory, Skindred Kamelot, Drums are for Parades, Overdrive

Arena: Gotan Project, Infected Mushroom, Calvin Harris, Breakestra feat., Cali2na , Simian Mobile Disco, DJ Shadow, Boys Noize + Erol Alkan, Sander van Doorn, Andy Moor, Drumcode Night : Adam Beyer, Alan Fitzpatrick e Joel Mull. Deadmau5

BJC-Amfiteátrum: Flat Earth Society, Renata Rosa, Chapelier Fou, La Mal Cioffée, Hjaltalin, An Pierlé & White Velvet

Roma Tend: Yasmin Levy, Rona Hartner, Klezmofobia, Kawa Musical Circus, Rekontra& Tcha Limberger , Kethane trio, Klezmofobia, Prisor Jazz Band & Tim Kliphuis, P Rona Hartner, ressburger Klezmer Band, Nadara, Fanfara Vagabontu, Živeli Orkestar, Suzana Djordjevic, ÄŒaci Vorba , Kalocsa, Etnorom, Karavàn Famìlia, Khamoro, Balogh Kàlmàn & Cimbaliband., SöndörgÅ‘.

Teatro e danza: Zita Swoon & Rosas

Reggae: Easy Star Allstars, The Dubians

Per gli italiani, poi, sarà veramente emozionante annoverare i Subsonica fra i grandi nomi che si esibiranno sul Main stage: è la certificazione della stima e della notorietà che la band torinese ha saputo guadagnarsi negli anni anche a livello internazionale.

Sziget Festival – facile da raggiungere
Quando si pensa all’est Europa si pensa a grandi distanze. Arrivare a Budapest dall’Italia, invece, è veramente facile: da un anno infatti hanno completato tutti i tratti autostradali in Slovenia e Ungheria per cui, da Trieste, via Lubiana, Maribor, si raggiunge la capitale ungherese in poco più di cinque ore (sono 560 KM) senza passare frontieree posti di dogana. Anche chi non è provvisto di mezzi propri può arrivare tranquillamente al Sziget. L’Alternativa s.r.l., insieme con la Dongiovanni Viaggi, organizza da più anni pacchetti viaggio in bus o aereo con partenze da Ancona, Aosta, Bari, Bergamo, Bologna, Cuneo, Firenze, Genova, Milano, Padova, Roma, Torino, Trieste, Vicenza.

Il Sziget e L’Alternativa promuovono i giovani artisti
Da più anni L’Alternativa s.r.l. organizza il Sziget Sound Fest, un concorso per band emergenti il cui premio principale consiste nella partecipazione al Sziget Festival di Budapest. Negli anni l’iniziativa ha guadagnato sempre più consensi tanto che su suggestione di questo evento italiano è nato lo European Sziget Contest: i migliori gruppi selezionati in 12 nazioni si contenderanno il titolo di miglior gruppo emergente in Europa.

Ecco la lista, ancora provvisoria dei premi in palio per le band partecipanti al Sziget sound Fest:

Sziget Festival – Esibizione il 9 agosto sul palco della manifestazione di Budapest

L’Acqua in testa festival – Esibizione durante una delle serate della manifestazione alternativa più interessante della Puglia

Rock & Doc Venice Festival – Esibizione durante una delle serate del grande festival di Noventa di Piave

Milano Film Festival – Sul palco musicale durante la settimana del cinema di Milano

Arci – 5 tappe in altrettanti club del circuito nazionale

Cramps Record – 500 cd prodotti dalla prestigiosa etichetta italiana

In più, gli organizzatori offrono ben 10 pacchetti viaggio per i primi 10 gruppi classificati dopo la valutazione della giuria

Sziget e Rolling stone
Rinnovando una collaborazione già avviata lo scorso anno, l’Alternativa e Rolling stone indicono un concorso per giovani giornalisti, fotografi e video maker il cui premio finale consisterà nella partecipazione al Sziget Festival e nella creazione di reportage che saranno pubblicati sulle pagine cartacee e nell’edizione on line di Rolling stone. E’ una grande soddisfazione per noi sottolineare che il video del vincitore dello scorso anno, Giuseppe Moreto ha avuto notevole successo ed è stato inserito in You tube dagli organizzatori ungheresi del Sziget. Anche gli altri due vincitori non sono stati da meno le foto di Arianna Carotta e Giorgio Cacciatori sono state fra le più utilizzate fra operatori del settore e partecipanti al Sziget e hanno degnamente corredato le cronache dal Sziget di Roberto Genovese sulle pagine on line di Rolling Stone. Siamo certi che i vincitori di quest’anno non saranno da meno.

Sziget Festival – sicuro
Gli organizzatori del Sziget fanno il loro massimo per fornire un ambiente sicuro e garantire una settimana di spensierato divertimento a tutti i visitatori. L’isola, durante il festival, diventa una vera città nella città con ristoranti, birrerie, banche, uffici postali, farmacia, pronto soccorso. E ancora aree gioco per bambini, bureau per le informazioni turistiche, servizi a disposizione del pubblico come la lavanderia e gli armadietti di sicurezza. 1200 uomini sono impiegati per garantire la sicurezza dei partecipanti, 400 unità formano il personale medico in servizio e una squadra di agenti di polizia di diversi paesi europei opera nel quadro della cooperazione internazionale. Stessa attenzione la troviamo nei servizi. Il Sziget impiega 600 addetti per le pulizie : ci sono 1500 servizi igienici forniti gratuitamente e 400 docce a disposizione nelle aree di campeggio capaci di ospitare 25mila persone. Il festival presta particolare attenzione a coloro che vivono con disabilità: tutte le aree sono senza barriere architettoniche, ci sono infrastrutture a loro dedicate come la piattaforma per le sedie a rotelle accanto al mainstage e piccoli dettagli come il programma del Festival scritto anche in braille.

A questi servizi offerti dall’organizzazione ungherese si aggiungono quelli de L’Alternativa srl per gli ospiti italiani. All’interno del Festival da più anni esiste, infatti, un campeggio riservato con punto di informazione nella nostra lingua. Quest’anno il campeggio riservato si chiamerà Alternativ(a) camping e ospiterà ragazzi e ragazze di tutta Europa. All’ingresso dell’isola di Obuda c’è, poi, una cassa dedicata agli acquirenti dei biglietti in Italia per velocizzare la consegna di biglietti e il loro ingresso al Festival.

Sziget Festival – economico
Tutto quanto sopra descritto è disponibile ad un prezzo significativamente inferiore alla media europea dei festival: una settimana di feste e concerti, campeggio con servizi di altissimo livello sono disponibili per soli € 200 (senza campeggio € 170). Ma i prezzi dei biglietti sono solo un lato dell’equazione. Biglietti a basso costo sono spesso bilanciati da costosi servizi, dall’offerta a caro prezzo di bevande e alimentari. Al contrario, al Sziget Festival tutti i servizi di base (servizi igienici, docce, deposito bagagli, campeggi, servizi medici, ecc) sono inclusi nel prezzo del biglietto. Tutte le spese aggiuntive sono anche sorprendentemente convenienti rispetto alla media europea, pur essendo di qualità pari se non superiore. Si può bere una pinta di birra per € 1,5, addentare un hamburger con € 2 o farsi un trancio di pizza per €1,5. In generale, poi, l’Euro ha un cambio favorevole nei confronti della moneta ungherese e in virtù di questo ulteriore il potere di acquisto dei turisti stranieri è di un 15-20% superiore rispetto all’ Italia.

Sziget Festival – storico
La prima volta fu nel 1993. L’evento si chiamava “student island” – Diàk sziget” e fu una modesta kermesse di artisti emergenti ungheresi . Grazie alla genialità di Petèr Muller Sziami, eclettico artista ungherese, e alle capacità organizzative di Karoly Gerendai l’evento è cresciuto anno dopo anno riuscendo a richiamare l’attenzione del pubblico e dei media di tutta Europa. Oggi il Sziget Festival di Budapest è considerato la più importante manifestazione musicale d’Europa e il terzo raduno del mondo. Sul palco del Sziget si sono esibiti i più grandi artisti della scena internazionale, tra i quali: David Bowie, Lou Reed, Iggy Pop, Patty Smith, Jethro Tull, The Cure, Radiohead, Oasis, Placebo, Franz Ferdinand, The Prodigy, Massive Attack, The Faithless, Asian Dub Fondation, Morcheeba, The Chemical Brothers, Nine Inch Nails, The Killers, Muse, Tool, Madness, The Hives, Manu Chao, The Good The Bad And The Queen, Khaled, Goran Bregovic, Robert Plant, Gogol Bordello, Buena Vista S. Club, Sonic Youth, Exploited, Green Day, Motorhead, Slayer, Rammstein, Morbid Angel, Sick Of It All, Satyricon, Iron Maiden, R.E.M., Jamiroquay, Sex Pistols…

Ulteriori info sul Festival si trovano su: www.szigetfestival.it

Avatar
Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...