Connect with us

Hi, what are you looking for?

Concerti

JEFFERSON STARSHIP: mercoledi 12 Settembre a Roma per l’inaugurazione del nuovo club XS Live

Grinding Halt Concerti presenta:
JEFFERSON STARSHIP(us)

Mercoledì 12 Settembre
ROMA – XS Live (ex Distillerie Clandestine)
via G. Libetta, 13 – Roma / Inizio concerti ore 22.00
Biglietti € 15 + d.p.
Prevendite disponibili sui www.ticketone.it, www.greenticket.it, www.helloticket.it, e tramite i canali abituali. Info, orari e biglietti: www.facebook.com/x.sliveroma / www.GrindingHalt.it

I Jefferson Starship, cult band americana fondata da Paul Kantner dopo lo scioglimento dei Jefferson Airplane, saranno a Roma il 12 Settembre per l’inaugurazione del nuovo live club XS Live (ex Distillerie Clandestine).
Insieme al Paul Kantner per i quaranta anni di attività dei Jefferson Starship ci saranno David Freiberg, Slick Aguilar, Prairie Prince, Cathy Richardson, e Chris Smith.
‘White Rabbit’, ‘Somebody To Love’, ‘Volunteers’, ‘Jane’, ‘Wooden Ships’, e molti altri successi di Airplane e Starship che i Jefferson Starship suoneranno dal vivo.

C’erano una volta i Jefferson Airplane, la più celebrata band della summer of love americana, e da quaranta anni la magia continua con i JEFFERSON STARSHIP. I Jefferson Airplane cessarono di esistere come band all’inizio degli anni ’70, ma non tutti nel gruppo erano d’accordo e quindi di comune accordo cambiarono line up e il nome in Jefferson Starship. Da quarant’anni la creatura di Paul Kantner porta in giro per il mondo una inimitabile miscela di rock, blues e psichedelia. I Jefferson Starship rappresentano l’orgoglio del rock americano, una band che negli anni si è fatta portavoce del sound sixties californiano, e che ancora oggi pubblica album di ottima fattura e fa tour internazionali.

[youtube id=”mEDnnT88A3w” width=”600″ height=”350″]

I Jefferson Starship sono una formazione nata dai Jefferson Airplane, o meglio per continuare il discorso sospeso dagli Airplane, in occasione della pubblicazione dell’album ‘Blows Against the Empire’, uscito a nome Paul Kantner & Jefferson Starship nel 1970, registrato con il contributo di diversi musicisti della scena di San Francisco. Gli Airplane finirono la loro carriera solo nel 1973, per dare così spazio ai Jefferson Starship.

Dopo le defezioni del batterista Spencer Dryden e del cantante Marty Balin (uno dei fondatori degli Airplane, spesso sul palco con gli Starship in veste di guest) i due membri originari rimasti nel gruppo, il cantante-chitarrista ritmico Paul Kantner e la sua compagna e cantante Grace Slick pubblicarono in coppia ‘Sunfighter’, nel 1971, e ‘Baron Von Tollbooth & the Chrome Nun’ nel 1973. Su entrambi gli album, come consuetudine nella scena musicale di San Francisco degli anni sessanta, ci furono diversi ospiti, tra cui David Crosby, Graham Nash, Jerry Garcia, il violinista Papa John Creach, entrato nel gruppo al tempo degli ultimi dischi degli Airplane, ma in particolare tra i collaboratori del secondo si verrà a formare il nucleo vero e proprio dei Jefferson Starship, con John Barbata alla batteria, Craig Chaquito alla chitarra e Pete Sears al basso.

[one_half last=”no”]
[/one_half]Nel 1974, dopo il definitivo scioglimento degli Airplane, esce il secondo album a nome Jefferson Starship, ‘Dragon Fly’. L’album ottiene un buon riscontro commerciale, e registra anche la collaborazione di Marty Balin, che entrerà però ufficialmente a fare parte del gruppo solo a partire dall’album successivo, ‘Red Octopus’ (1975), firmando tra l’altro un singolo, ‘Miracles’, che riscuoterà un enorme successo di vendite. Il periodo di favore commerciale prosegue negli anni successivi con la pubblicazione di ‘Spitfire’ (1976) e di ‘Earth’ (1978).
Marty Balin esce definitivamente dal gruppo, Grace Slick si ritira, il suo sodalizio con Paul Kantner, anche sentimentale, s’interrompe e la cantante all’inizio degli anni ottanta incide dischi da solista. La sua carriera come solista s’interromperà nel 1981 quando rientrerà nel gruppo che nel frattempo aveva inciso, con il solo Kantner membro storico del gruppo originario, ‘Freedom at Point Zero’ (1979). Dopo il ritorno della cantante incisero ancora due dischi ‘Winds of Change’ (1982) e ‘Nuclear Furniture’ (1984).

Negli anni novanta i Jefferson Starship sono tornati con due album, ‘Deep Space/ Virgin Sky’ del 1995 e ‘The Windows of Heaven’ del 1999. Nel frattempo, con Diana Mangano al posto di Grace Slick, hanno continuato l’attività live, festeggiando nel 2005 con il tour “The Jefferson Family Galactic Reunion” i 40 anni dalla fondazione dei Jefferson Airplane: ospiti d’eccezione furono David Freiberg (co-fondatore dei Quicksilver Messenger Service), Tom Constanten (tastierista originale dei Grateful Dead) e Country Joe McDonald. Nel 2008 il tour estivo della band tocca anche l’Italia: la formazione si presenta senza bassista, con David Freiberg impegnato solo al canto e alla chitarra acustica, Paul Kantner voce e chitarra ritmica 6/12 corde, Cathy Richardson al canto e tre turnisti alla chitarra solista, tastiere e batteria.

A quattro anni di distanza i Jefferson Starship tornano in Italia con un solenne concerto a Roma il 12 Settembre. Sono passati 40 anni dalla fondazione dei Jefferson Starship e quasi 50 dalla nascita dei Jefferson Airplane e del nuovo corso del rock americano, averli di nuovo dalle nostre parti è pura gioia un sogno che sembra non essere invecchiato con il passare del tempo. I Jefferson Starship sono una band eterna…

Avatar
Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...

Musica

Periodo terribile per la musica e in particolare per i Jefferson Airplane: lo stesso giorno in cui ci lasciava Paul Kantner è morta anche...

Musica

E’ morto a causa di un attacco cardiaco Paul Lorin Kantner (San Francisco, 17 marzo 1941 – San Francisco, 28 gennaio 2016): il cantante e...