The DANDY WARHOLS: reportage e scaletta del concerto di Milano

Reportage di Stefania Clerici | Foto di Emanuela Bonetti

Quando dici Dandy Warhols la mente non può che andare ai suoni colorati delle grandi hits “We Used To Be Friends” e “Bohemian Like You”, eppure questa grandissima rock band di Portland ha un bagaglio musicale molto più interessante di quanto potessi pensare. Convinta dalla mia amica Ori, gran fan della sensualissima McCabe, in un sabato sera che ci avrebbe regalato molto più di un semplice concerto, raggiungiamo nella nebbia il Magnolia di Segrate, visibilmente imballato per il live super atteso.

L’inizio arriva intorno alle 22:45: luci psichedeliche vedono l’ingresso dei quattro artisti e si comincia con “Be-In”. In realtà la setlist, per quanto il tour sia incentrato sulla promozione dell’ultimo album Distortland, vede la proposizione di molti brani nostalgici e datati dei Dandys, alternando momenti più cupi a parentesi molto più colorite e rock.
Tra boati e cori arriva Styggo, durante la quale Courtney invita il suo pubblico a tenere il tempo sui battiti di “Do-do-do-do-do-do-do”. Verso metà live il frontman rimane da solo sul palco per Every Day Should Be a Holiday e Welcome to the Monkey House: la mancanza delle tastiere di McCabe, della batteria di Brent DeBoer e della chitarra di Peter Holmström, si sente. Eppure gli assoli onstage regalano attimi intensi di darkness profonda, in cui la Distortland dell’album omonimo emerge prepotente.

Dopo Welcome To The Monkey House, il gruppo al completo torna sul palco e arriva “You Are Killing Me”, prima dell’apice del successo della serata con i due pezzi più famosi: “We Used To Be Friends” e “Bohemian Like You”, in cui tra pogo, mani alzate, grandi salti e urla a squarciagola si scivola verso la fine del concerto.

L’encore, falsamente annunciato da una chiusura di concerto che pareva non prevederlo, vede il medley di Pete International Airport e Boys Better: il rock è tornato prepotente a chiudere un live intenso e adrenalinico, che mi ha lasciato piavolmente stupita nello scoprire una band così completa e virtuosa come i Dandy Warhols! Il tour dei 4 from Oregon continua in Europa, tra Francia, Germania e Olanda: sul loro sito tutte le info https://www.dandywarhols.com/news/shows/ per partecipare ai prossimi live, magari attaccandoci un bel week end mittel-europeo che non guasta mai!

The DANDY WARHOLS – scaletta 18 Febbraio – Milano

Be-In
Crack Cocaine Rager
Get Off
Not If You Were the Last Junkie on Earth
STYGGO
I Love You
Catcher in the Rye
Plan A
Holding Me Up
Every Day Should Be a Holiday (Courtney solo)
Welcome to the Monkey House (Courtney solo)
You Are Killing Me
We Used to Be Friends
Bohemian Like You
Godless
– – – – – – – –
Pete International Airport
Boys Better

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.