SUM 41: foto, reportage e scaletta del concerto di Lignano

Foto di Elisa Hassert | Articolo di Simona Abd El Malek

Si è concluso il tour europeo dei Sum 41 a Lignano Sabbiadoro, con l’Arena Alpe Adria completamente sold out. Una cosa è certa: nonostante siano passati all’incirca due anni dall’uscita del loro ultimo album, 13 Voices, i Sum riescono a mantenere assoluta freschezza nelle loro canzoni, come fosse la loro prima presentazione.

Una delle cose che ho notato e apprezzato particolarmente è stata la capacità della band di riuscire a mescolare due elementi: la sopracitata freschezza al loro passato. In poche parole è stato il modo in cui hanno portato le loro canzoni a definire il concerto: i Sum 41 riescono a non stancare mai, anche continuando a portare brani di album già sentiti, grazie al loro sensazionale modo di stare sul palco e intrattenere il pubblico. In Too Deep ne è un esempio: durante la canzone, che ormai può essere considerata un marchio di riconoscimento della band, nell’Arena c’era una forte carica, anche grazie a Deryck Whibley, che ci ha messo tutta l’energia possibile, riuscendo a trasmetterla al pubblico.

Clicca qui per vedere le foto dei Sum 41 a Lignano (o sfoglia la gallery qui sotto).

Dal palco sono stati in grado di comunicare l’enorme passione che hanno per la musica e questo gli ha permesso di diventare un tutt’uno con i fan per tutta la durata del concerto.

Infatti un’altra nota positiva è stata proprio la spontaneità con la quale Deryck Whibley si rivolgeva al pubblico, ha fatto in modo che tutti si divertissero e fossero partecipi dall’inizio alla fine.
Sono riusciti a creare dei momenti davvero magici: passando dalla carica pazzesca di Still waiting alla malinconia di Pieces. In particolare durante quest’ultima si è creata un’atmosfera davvero toccante, l’intera Arena che cantava sotto la pioggia con i Sum un testo che probabilmente in molti sentono proprio: una sensazione indescrivibile.

Tutti coloro che li seguono dovrebbero provare almeno una volta nella vita le emozioni che riescono a far suscitare i Sum 41 durante un concerto: una band che sentita dal vivo lascia sicuramente il segno.

SUM 41 – Scaletta del concerto di Lignano

The Hell Song
Motivation
All to blame
Goddamn I’m dead again
Thanks for nothing
Underclass hero
Over my head
Mr Amsterdam
Walking disaster
Screaming bloody murder
With me
Makes no difference
Drum solo
Fake my own death
We will rock you (cover Queen)
In too deep
Still waiting
Pieces
Fat lip

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.