Reportage, foto e scaletta: SLOWDIVE in concerto al Radar Festival di Padova

Foto di Giacomo Streliotto | Articolo di Fabio Cangianiello

Quattro band, quattro ore ininterrotte di musica per l’evento di apertura di Radar Festival 2014. Puntualissimi aprono le danze (certo, ciondolanti e con venature dark, ma sempre di danze si tratta) i Brothers in Law, direttamente dal Second Stage. Tra chitarre stridenti e riverberi polverosi iniziamo a preparare le nostre orecchie al suono che ci accompagnerà per tutta la serata.

Rapida corsa al MainStage, anche per il chitarrista Nicola Lampredi, membro di entrambe le band, ed è la volta dei Be Forest: le atmosfere sognanti create dalla band e dalle voci di Erica Terenzi (batteria) e Costanza Delle Rose (basso) salutano il tramonto e il calore del giorno.

La “Pesaro Night” si conclude sul Second Stage con il post-punk dei Soviet Soviet, tra suoni taglienti, atmosfere dark, ritmi pulsanti e tanta tanta energia finita col classico lancio del basso del cantante / bassista Andrea Giometti.

Finita l’accesa esibizione si procede veloci verso il MainStage e a malincuore si scopre che gli Slowdive hanno già iniziato il proprio set. Poco male, le emozioni a cui assistiamo nella successiva ora e mezza compensano questo piccolo imprevisto.

Per la prima volta in Italia, riuniti dopo 20 anni dallo scioglimento del 1995, e in concerto a Padova per un’unica data italiana: gli ingredienti per un grande evento ci sono tutti. Difficilmente i presenti dimenticheranno la performance del gruppo di Reading: tutto è perfetto, l’acustica, l’intesa e l’incedere della sezione ritmica, gli intrecci tra le chitarre di Neil Halstead, Christian Savill e della bella Rachel Goswell che con la sua voce sognante incanta il pubblico di Padova.

Il concerto dei paladini dello shoegaze è un crescendo, i riverberi, l’intensità e le esplosioni chitarristiche riescono a farti dimenticare dove sei in quel preciso istante, lasciandoti trascinare e cullare dalle note della band inglese.

Appuntamento alla prossima settimana dove, al Parco delle Mura di Padova, continua il Radar Festival e si alterneranno per quattro giorni decine di band tra cui Mount Kimbie, Calibro 35, Calexico, I Cani, William Fitzsimmons, M+A, Tycho, Plaid, Dente, Lali Puna, Joan as PoliceWoman, The Drones, Zu e tantissimi altri.

Sfoglia la fotogallery

SLOWDIVE – Scaletta Padova – 15 Luglio 2014

Slowdive
Avalyn
Catch the Breeze
Crazy for You
Machine Gun
Blue Skied an’ Clear
Souvlaki Space Station
When the Sun Hits
Alison
Morningrise
She Calls
Golden Hair (Syd Barrett cover)
– – – – – – – – –
40 Days

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.