Reportage Live: BLINK 182 in concerto a Milano

Blink 182 – Foto di Arianna Carotta

Articolo di Davide Merli
Thanks to Arianna Carotta

Dopo il forfait della scorsa estate, tornano in Italia i Blink 182 per presentare dal vivo l’ottimo come back discografico “Neighborhood”: il forum di Milano, sold out già da mesi, è pieno a dovere già per l’esibizione degli All American Rejects, band il cui ruolo di opener tradizionale sta più che stretto. L’ultimo mio ricordo di una loro esibizione live risale al 2010, in quella fornace chiamata Palasharp che ospitava il Rock In Idro, e non era stata qualcosa di memorabile, anzi. La band nel mentre ha anche pubblicato un nuovo disco intitolato “Kids In The Street”, decisamente poco inspirato e non all’altezza dei suoi ottimi predecessori e questi antefatti non mi fanno presagire nulla di positivo sul futuro della band americana.
Anche stasera Tyson Ritter e soci non riescono ad entusiasmare, seppur mettano in piedi uno show tutto sommato onesto ed energico. La band sbava troppo su cavalli da battaglia come “Dirty Little Secret” e “Fallin Apart” e spesso gli errori dei membri ufficiali del gruppo vengono coperti dai turnisti che suonano nascosti dietro alla band: una cosa abbastanza triste. I pezzi del nuovo disco non funzionano manco dal vivo, soprattutto se confrontate con le storiche “Move Along”, “Gives You Hell” e “It Ends Tonight” che invece riescono a smuovere una folla in trepidante attesa per Blink 182. Uno show tutto sommato mediocre, per una band che si sta tristemente perdendo dopo aver entusiasmato con i primi tre ottimi dischi.

Blink 182 – Foto di Arianna Carotta

Mezz’ora di cambio palco e tra il boato del pubblico salgono sul palco i Blink 182. I tre ragazzi californiani attaccano con il classico “Feeling This” che viene cantato da tutti i presenti che incominciano a smuovere le prime fila davanti alle transenne. La scenografia è bellissima, con un mix di cartoni e maxischermi che alternano immagini registrate in presa diretta con video preregistrati. Fin dall’inizio si nota che Mark Hoppus oggi ha leggermente meno voce del solito; al contrario Tom DeLonge oggi sembra più ispirato dietro al microfono rispetto ai suoi standard invece Travis Barker è il solito fenomeno dietro a quelle pelli, capace di catalizzare l’attenzione dei presenti su se stesso per tutta la durata dello show.

La scaletta è un ottimo mix di classici e pezzi più recenti: si passa dalle nuove “Up All Night” e “Hearts All Gone” alle vecchie “Josie” , “The Rock Show” “What’s My Age Again” che scatenano la gioia e i cori di tutti i presenti al Mediolanum Forum questa sera.
Non molto altro da dire: i Blink fanno il loro show più che decente ed onesto, senza far gridare al miracolo ma mostrandoci una band ritrovata che ha saputo dare alla luce un buon disco e che riesce a ancora a divertire i propri fans.
Bentornati, anche se le 40 candeline spente da Hoppus quest’anno incominciano a pesare sull’immagine giovanile e spensierata della band californiana.

Guarda le foto di Arianna Carotta dei Blink 182

BLINK 182
MILANO – 3 LUGLIO 2012 – Setlist[one_half last=”no”]FEELING THIS
UP ALL NIGHT
ROCK SHOW
WHATS MY AGE AGAIN
DOWN
I MISS YOU
WISHING WELL
DUMPWEED
ALWAYS
VIOLENCE
AFTER MIDNIGHT[/one_half]FIRST DATE
HEARTS ALL GONE
FIRST DATE
MAN OVERBOAD
GHOST
SMALL THINGS
JOSIE
= encore =
DRUM SOLO
CAROUSEL
DAMMIT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.