Nello spazio insieme a DARDUST

Articolo e foto di Sonia Santagostino

Dardust sale sul palco di Cuori Impavidi, la rassegna estiva di concerti acquatici ideata dal Circolo Magnolia e Mi Ami in una caldissima serata di luglio all’interno suggestiva location milanese.

Inizia il suo Lost In Space Piano Solo Tour a Milano, un pubblico che un pò ammette spaventarlo dato che è da tanto che non si esibisce ma che riesce a incantare  fin dalle prime note.

Al centro del suo live c’è un suo viaggio, anzi i suoi viaggi in giro per Edimburgo, Islanda e Berlino che lo hanno ispirato e portato fino a qui a dedicare le sue canzoni agli 8 pianeti, la Luna e il Sole.

Ciò che colpisce oltre che le sue parole in musica è l’attenzione che pone nell’introdurre ciascun brano che dedica a ogni singolo corpo celeste che compone la scenografia che lo circonda e si illumina quando ne è protagonista.

Si apre spesso alle confidenze emotive fino a sottolineare che il tatuaggio che ha sul collo “sad” non è solo sinonimo di tristezza ma anche l’acronimo del suo ultimo album da solista Storm And Drugs.

Ovviamente il suo amore che manifesta più volte nei confronti dell’Islanda, terra a cui ho dedicato molte delle mie mostre mi fa sentire vicina all’autore e riesco a cogliere ciascuna sfumatura di ciò che racconta e suona.

Ciò che mi colpisce fin da subito è l’attenzione rivolta alle luci che caratterizzano ogni pezzo e rendono unica questa esperienza.

Cerca di coinvolgere spesso il pubblico che siede distante dal palco acquatico ma che comunque e vicino all’artista appena viene chiamato in causa non solo per aiutarlo a scandire il ritmo ma anche con il silenzio. Con la canzone dedicata alla Luna invoca un’atmosfera intima, un silenzio necessario e invita tutti ad ascoltarla pensando al ricordo di una persona cara e l’emozione è travolgente.

Con il brano dedicato al Sole termina questo meraviglioso viaggio e Dario Faini spiega come ci sia la necessità in ciascun percorso di ritornare all’inizio, conclude così con il suo primo brano scritto con lo pseudonimo di Dardust anni fa Sunset on M. composto a Parigi.

Si congeda dal pubblico nella speranza di ritrovarci a novembre e  ringraziandolo di essersi perso nello spazio insieme alla sua musica.

Clicca qui per vedere le foto di Dardust in concerto a Milano (o sfoglia la gallery qui sotto)

Dardust

DARDUST – La setlist del concerto di Milano

Birth
Without You
Lost and Found
Sommergibile in aria
Invisibile ai tuoi occhi
Ruckenfigur
Gravity
Prisma
Sturm II
Angoli di ieri
The Wolf
Sublime
Sunset on M

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.