MOTTA + LES FILLES DE ILLIGHADAD: Foto, reportage e scaletta del concerto di Livorno

Articolo e foto di Margherita Bandini

Lo scorso lunedì 26 novembre Motta è tornato al The Cage Theater di Livorno, questa volta accompagnato da Les Filles des Illighadad, gruppo femminile proveniente da un piccolo villaggio del Niger, per la terza e penultima data di questo tour.
Le tre ragazze aprono le danze alle 22.00 con un po’ di ritardo sulla tabella di marcia, ma la nostra attesa è ripagata: fin dai primi colpi di tamburo il trio ci trasporta nel loro mondo quasi sciamanico, creando un’atmosfera tribale che risveglia, in chi ha l’onore di ascoltarle, un senso atavico di attaccamento alla Terra madre.
Il pubblico inizialmente si congela, attonito e trascinato, per poi accompagnare le ragazze con battito di mani e danze.

Dopo i primi quattro brani, il trio nigeriano lascia il palco al tanto atteso Motta, il cui set semi-acustico fa da trait d’union tra i ritmi appena ascoltati ed il mood in cui ci trascinerà successivamente.
Assieme alla sua band non si esime dal presentare al pubblico livornese i suoi successi maggiori, ma l’exploit definitivo arriva alla fine, con la fusione tra le due realtà sul palco, che fa scatenare lo stesso Motta e tutto il pubblico presente.

Un concerto particolare, nuovo, che dimostra quanto ancora la musica sia il canale vincente per l’abbattimento di barriere e confini, che per la maggior parte dimorano solo nella nostra testa e che, per di più, ha visto il teatro Cage sold-out di lunedì sera.
E tutto questo è ciò che la musica può fare.

Motta + Les Filles de Illighadad

MOTTA + LES FILLES DE ILLIGHADAD: La scaletta del concerto di Livorno

Vivere o morire
La fine dei Vent’anni
Quello che siamo diventati
Del tempo che passa la felicità
Mio padre comunista
Sei bella davvero
La nostra ultima canzone
Chissà dove sarai
Cambio la faccia
Mi parli di te

Reprise:
Eghass Malan
Ed è quasi come essere felice
Roma stasera
Abbiamo vinto un’altra guerra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.