MILES KANE: guarda le foto e scopri la scaletta del concerto di Milano

Articolo di Stefania Clerici – Foto di Oriana Spadaro

Era dallo scorso ottobre, in cui Miles era passato da Milano per un acoustic show al Rock n Roll, che aspettavamo di rivederlo sul palco, ed ecco che questo mercoledì Sir Miles Fuckin Kane torna live per presentare il suo terzo album solista “Coup de Grace” (Virgin Emi Records).

Alle 21.30 la Santeria Social Club è pronta per godersi lo show ed ecco che puntuale sale sul palco l’artista: completo nero skinny con inserti rosa confetto, sotto la giacca nulla se non il petto nudo e al collo una catena d’oro. Con un ingresso ammiccante ed irriverente saluta il suo pubblico in adorazione che esplode sulle note di “Silverscreen”.
Lo show ha un che di magnetico e glam che cresce di pezzo in pezzo: “Give up” e “Inhaler” sono acclamatissime e pezzo dopo pezzo si continua a ballare e cantare dalle prime alle ultime file. La sinergia con gli altri musicisti alle chitarre, basso e batteria è palpabile e contribuisce a creare l’unione perfetta tra ciò che accade sul palco e subito sotto.

Miles si conferma nella scelta dei pezzi della setlist un performer sfacciatamente adorabile, capace di mettere la sua istrionica personalità all’interno di un mondo musicale che vive del sound del passato dei “maestri” del brit rock: ci sono i Libertines in “Too little too late”, “Loaded” fa l’occhiolino agli Oasis, “Coup de Grace” ha tanto di Bowie, eppure l’originalità di Miles è tutta sul palco, illuminato dalla sua aurea da rock star meritatamente conquistata.

Tra cori per “Miles Fuckin Kane” e La la la laaaa urlati a squarciagola, l’artista ci stupisce con un omaggio al nostro Battisti, in un riarrangiamento di “Amarsi un po’ “, cantata insieme ad AngelicA, che ha aperto la serata.

La chiusura è affidata poi a “Don’t forget who you are”, il cui ritornello viene cantato durante l’uscita e l’ingresso sul palco per l’encore affidato a “Come closer”. Quando si accendono le luci i cori “aaaa /ooooo” continuano in platea, ma Miles saluta e scompare dietro al palco, decretando la fine del live.

Tutto bellissimo e molto glam rock.

Clicca qui per vedere le foto di Miles Kane a Milano (o sfoglia la gallery qui sotto).

Miles Kane

MILES KANE – La setlist del concerto di Milano

Silverscreen
give Up
Inhaler
Loaded
Shavambacu
Killing the Joke
Too Little Too Late
LA Five Four (309)
Wrong Side of Life
Colour of the Trap
Rearrange
Cry on My Guitar
Can You See Me Now
Amarsi un po’
Coup De Grace
Don’t Forget Who You Are
Come Closer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.