LITFIBA e il loro Eutopia Tour a Milano: fotogallery, scaletta e reportage del concerto

2

Articolo di Stefania Clerici | Foto di Davide Merli

Ci sono diavoli che non sono malvagi, ci sono liturgie che non sono religiose e ci sono rockers che non sono rock star.

Aver vissuto una serata grandiosa come quella trascorsa al Forum di Assago lo scorso venerdì 31 marzo per la terza data dell’Eutopia Tour dei Litfiba lascia non solo la grande energia che ti aspetti alla fine di un live rock, ma soprattutto la consapevolezza di essersi arricchiti di bene, emozioni positive e di bellezza autentica. Nel tempo e nel luogo che non ti aspetti, vivere più di due ore e mezza di EU-topia è un regalo immenso che Pelù e Renzulli non sono certo avari di consumare con i loro 12 mila fan.

Un sold out non inaspettato, ma senza dubbio meritatissimo, che ha incendiato il palazzetto e che ha fatto ballare parterre e spalti interi, ripercorrendo in una set list di sole 23 canzoni (dalle originarie 60 che il duo aveva selezionato per poi scremare man mano), la carriera dei Litfiba, con grandi successi degli anni ‘90 e 2000, per arrivare alla neonata Eutopia.

L’apertura in grande stile è affidata a Lo spettacolo, sui cui ci si scatena e la Grande Nazione: insomma due dichiarazioni dello stato di fatto, sul qui e ora di Piero e Ghigo. Si parte poi nel viaggio spettacolare ed eutopico che altalena tra passato e presente della band: L’impossibile, Sole nero, Vivere il mio tempo, Spirito, Fata Morgana e La mia valigia preparano il terreno ai pezzi impegnati del nuovo lavoro pubblicato, Maria coraggio, con la dedica cantata a Lea Garofalo, testimone di giustizia e per questo vittima della ‘ndrangheta a 35 anni e In nome di Dio, annunciata dal grido “Il mondo è di chi è capace di sognare a occhi aperti” e dedicata alle vittime, sia del Bataclan che quelle di Chernobyl, per combattere ogni fanatismo religioso. Dal palco Pelù esclama: «Ragazzi state uniti e informatevi sempre su quello che succede intorno a voi».

Impegno sociale e impegno politico si fondono nel discorso artistico dei Litfiba e sono forti i concetti esplicitati sia nei testi delle canzoni sia in conferenza stampa post live. Ma c’è anche spazio per sognare e giocare: su Regina di cuori, Gioconda e Lacio drom tutta la folla si scatena e si balla. Alla proposta di Pelù sul trovare una “regina di cuori” che lo mandasse di fuori, con chiaro invito sull’urlo di #escile, viene lanciato un reggiseno sul palco e dopo l’infilzata dei pezzi super ballabili arriva il gran finale di Break On Through (to the Other Side) e di Tequila che concludono il concerto con El diablo: bruciano nelle fiamme i cattivi, i Trump, gli Erdogan, i Putin e gli Assad. Tutti nomi che Pelù non si risparmia di nominare in conferenza stampa “Russia e Usa stanno facendo di tutto per distruggere la nostra Europa unita, che non è quella delle banche”. Un luogo eutopico però è forse ancora possibile. Oltre ad una dose extra di pura adrenalina dal live dei Litfiba mi porto a casa anche molte riflessioni e tanti bei pensieri, che con i tempi e i concerti che corrono non è proprio cosa da dare per scontata!

L’Eutòpia tour, prodotto e organizzato da F&P Group, prosegue in queste date: il 5 aprile al Palalottomatica di Roma, il 7 aprile al Mandela Forum di Firenze, l’11 aprile al Palaflorio di Bari e il 13 aprile al Pal’Art Hotel di Acireale (Catania), l’8 luglio al Rugby Sound Festival di Legnano (Milano), il 14 luglio all’Arena Campo Marte di Brescia; il 22 luglio all’Area Festival di Majano (Udine) e il 23 luglio al Castello Scaligero di Villafranca (Verona). Biglietti in vendita a questo link > http://bit.ly/litfiba2017

Non perdete l’occasione di vivere questa messa pagana, no davvero!

Clicca qui per vedere le foto dei Litfiba a Milano (o sfoglia la gallery qui sotto)

LITFIBA – Scaletta concerto di Milano – 31 Marzo 2017

Lo spettacolo
Grande nazione
Il dio del tuono
L’impossibile
Sole nero
Straniero
Vivere il mio tempo
Spirito
Fata Morgana
La mia valigia
Maria coraggio
Dimmi il nome
In nome di Dio
Tex
Intossicato
Resta
Lulù e Marlene
Regina di cuori
Gioconda
Lacio drom
Gira nel mio cerchio
Break On Through (to the Other Side) / Tequila
El diablo
– – – – – – –
Eutòpia

2 Responses

    • admin

      Lo spettacolo
      Grande nazione
      Il dio del tuono
      L’impossibile
      Sole nero
      Straniero
      Vivere il mio tempo
      Spirito
      Fata Morgana
      Maria coraggio
      Barcollo
      Santi di Periferia
      Dimmi il nome
      In nome di Dio
      La preda
      Resta
      Paname
      Regina di cuori
      Gioconda
      Lacio drom (Buon viaggio)
      Gira nel mio cerchio
      Break On Through (to the Other Side) / Tequila
      El diablo
      – – – –
      Eutòpia
      Cangaceiro

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.