I-Days 2017: reportage e foto del Day 1 (Green Day, Rancid e Tre Allegri Ragazzi Morti)

Articolo di Stefania Clerici – Foto di Davide Merli

Il primo giorno di IDays è finalmente arrivato e con lui l’apertura della bellissima stagione estiva dei concerti all’aperto! Una quattro giorni ricca di interessanti live che con RockON abbiamo il piacere di seguire in tutte le date.

La giornata di giovedì 15 è colorata dalle note del punk rock: gli headliners sono gli attesissimi Green Day, che tornano in Italia dopo il grande successo del concerto dello scorso gennaio al Forum di Assago. Con loro sul palco nelle ore del pomeriggio i Tre Allegri Ragazzi Morti e i Rancid, apertura con il dj set vintage dei ragazzi del Twist and Shout, cui seguono i Shandon.

Nei giorni precedenti a questo grande evento rumors e attese hanno catalizzato l’attenzione dei mila e mila fans: parcheggi a pagamento, navette, sciopero dei mezzi, invasioni aliene… c’è da dire che era molto rumore per nulla, dal momento che flusso, controlli, e sfollamento si sono risolte nel migliore dei modi possibili, con un’organizzazione impeccabile e un dipanamento di addetti alla sicurezza e ai lavori degli di un grande evento.

Ma veniamo alla musica e alle emozioni che il concerto dei Green Day ci ha regalato: purtroppo eventi non dipendenti dalla mia volontà non mi hanno permesso di assistere alle prime ore di festival e sono riuscita ad entrare verso le 19,30 sulle note degli ultimi pezzi dei Rancid.

Clicca qui per vedere le foto di Rancid a Monza per I-Days 2017 (o sfoglia la gallery qui sotto).

Alle 21,10 però Billy Joe e i suoi fanno il loro ingresso sul palco e tutto ciò che è successo nelle successive 2 ore e 40 è pura magia! A preparare l’inizio una tripletta di grandi successi nel dj set di opening act: Bohemian Rhapsody dei Queen, i Ramones con Blitzkrieg Bop e il tema de Il buono, il brutto e il cattivo di Morricone.

Supercarichi i Green Day cominciano a spaccare per il loro grande live nel parco di Monza con Know your Enemy e i 30 mila accorsi sono pronti a saltare sulle note del punk anni 90! Il frontman dei Green Day è carico e già dal secondo pezzo chiama sul palco a suonare con lui i fortunati fan sotto di lui: succederà altre 3 volte nel corso del live e la prima fortunatissima protagonista si guadagna anche un tuffo e uno stage diving quando ancora c’è la luce naturale.

Dopo l’infilata tutta rock dei primi pezzi, la setlist vira sulla ballad di Boulevard of broken dreams, cantata a gran voce da tutta la folla. Non mancano momenti di ironia, pazzia, tutti conditi dalla grande gioia e passione che uniscono i 3 folli sul palco.

I momenti più belli sono quando cori del pubblico e voce degli artisti si fondono in duetti e botta e risposta: succede su When I come around, Minority, St. Jimmy e Basketcase. Sulla seconda metà del concerto spazio anche ad assoli e alla jam session che scatena il lato più groove e funk, con grande virtuosismo nell’improvvisazione. Sul primo encore ci si incendia con American Idiot e il gran finale è tutto in acustico sulle note di Ordinary World e Time of your life. Salutare i Green Day alle 23,30 è davvero difficile, ma l’esperienza vissuta sul pratone degli Idays sarà sicuramente da ricordare!

Stasera si replica con Radiohead! stay tuned, stay rock!

Clicca qui per vedere le foto di Green Day a Monza (o sfoglia la gallery qui sotto).

GREEN DAY – scaletta Monza – 15 Giugno 2017

Bohemian Rhapsody (Queen song)
Blitzkrieg Bop (Ramones song)
The Good, the Bad and the Ugly (Ennio Morricone song)

Know Your Enemy
Bang Bang
Revolution Radio
Holiday
Letterbomb
Boulevard of Broken Dreams
Longview
Youngblood
2000 Light Years Away
Hitchin’ a Ride
When I Come Around
Minority
Are We the Waiting
St. Jimmy
Knowledge (Operation Ivy cover)
Basket Case
She
King for a Day
Shout / Always Look on the Bright Side of Life / (I Can’t Get No) Satisfaction / Careless Whisper / Hey Jude
Still Breathing
Forever Now
– – – – –
American Idiot
Jesus of Suburbia
– – – – –
Ordinary World
Good Riddance (Time of Your Life)

Clicca qui per vedere le foto di Tre Allegri Ragazzi Morti (o sfoglia la gallery qui sotto).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *