Daniele Silvestri in concerto a Sesto San Giovanni (Milano): reportage live e prossime date del tour

“La cosa più bella che ho fatto”, così è stato definito dallo stesso autore il suo ultimo lavoro in studio, Acrobati, e raggiungere un grande traguardo parlano non solo la qualità, ma anche i numeri: da poco disco d’oro con 25.000 copie vendute e il  successo dei 27 concerti teatrali sold out in tutta Italia, Daniele Silvestri è tornato sul palco per l’Acrobati Summer Tour.

Partito lo scorso 9 luglio da Firenze, questo week-end il cantautore romano è approdato a Milano sullo stage del Carroponte, dove ci ha regalato uno spettacolo vitale e brioso, durante il quale non sono mancati momenti di riflessione e cordoglio, ma sempre volti alla positività, nota che caratterizza l’universo musicale dell’artista.

Conosco Daniele da anni ormai e associo i suoi live alla bella estate: il suo primo concerto a cui sono stata lo ricordo come se fosse ieri, a Castiglione della Pescaia, ero “scappata” da un weekend tra famiglie allargate con troppi bambini al seguito e qualsiasi alternativa ad una serata tra tricicli e nascondino sotto ai tavoli mi si prospettava allettante. Ero arrivata sul lungomare proprio all’inizio del live, quando ancora Daniele iniziava con “ll mio nemico” e… cavolo che adrenalina tutta d’un colpo! Continuo sempre a portare con me quel ricordo carico di libertà e ogni volta che assisto ad un concerto di Silvestri vivo e rivivo quella gioia positiva come se fosse la prima volta.

Anche sabato al Carroponte è stato così: potremmo dire di apprezzare la sua testa originale e pindarica, il suo entusiasmo meravigliosamente adolescenziale, la sua virtuosità nell’improvvisare, lodando poi la sua abilità di giocare in perfetto equilibrio con parole, tasti e corde. Ok, potremmo. Ma se c’è una cosa che sopra tutte riconosco in un artista come Daniele Silvestri è quella di amare ed essere amato dal suo pubblico: per quasi tre ore il Carroponte è davvero diventato “la casa” del cantautore, non solo per doveri di scaletta (in cui il secondo pezzo è stato proprio La mia casa), ma perché gli spettatori sottopalco con Silvestri diventano davvero fratelli e sorelle con cui condividere sorrisi ed emozioni sotto la bellezza della musica.

L’apertura del set è stato relegato a Marzo 3039, storico brano degli anni Novanta, mentre poi si è planati su successi più recenti tratti da Acrobati, come La mia casa, Alibi e Pochi Giorni. Si torna poi indietro con la discografia con Me fece male a chepa e Amore mio. Giunge poi la confusa notizia del golpe in Turchia sul quale Daniele accenna qualcosa, ma gli aggiornamenti non sono chiari e l’artista decide di improvvisare Ad esempio in Sierra Leone, dichiarando la sua forte posizione contro ogni forma di guerra, di odio e di violenza.

A metà della serata poi si torna indietro nel tempo, con pezzi del primo Silvestri: ecco Strade di Francia, Ma che discorsi, Le cose che abbiamo in comune e Sempre di domenica, cantate a gran voce dalla platea. Non sono mancate poi le coreografie con le agende rosse tra il pubblico su L’appello e -sempre in tema di denuncia- su Un altro bicchiere lo schermo dietro al palco ha ricordato i giudici Falcone e Borsellino. Momento di pura poesia su Acrobati, non a caso title track dell’ultimo album prodotto.

Sulla seconda parte del concerto esce poi tutta la carica adrenalinica del live: gridata a gran voce arriva Il mio nemico, seguita da La guerra del sale (con feat. di Caparezza dallo schermo), per poi tornare all’intima A bocca chiusa e all’avvolgente A dispetto dei pronostici. Su Life Is Sweet, si chiude il concerto circa alle 23.40.

Per la remise e il gran finale spazio all’allegria colorata di Gino e l’alfetta, Salirò, Aria e conclusione con Cohiba, su cui il coro rivoluzionario e pieno di energia non può che lasciarci un’adenalina in corpo che ci ricorderemo bene, almeno fino al prossimo live!

Il tour continua – le prossime date

Prevendite: http://bit.ly/danielesilvestri

20 luglio MONTEPRANDONE (AP) – Cose Pop Festival
22 luglio TORINO – Flowers Festival
23 luglio BRESCIA – Piazza della Loggia
24 luglio GARLENDA (SV) – Riviera Music Festival
2 agosto TREVISO – Suoni Di Marca Festival
6 agosto MONTALTO DI CASTRO (VT) – Vulci Music Fest
8 agosto PESCARA – Estatica
18 agosto LECCE – Masseria Ospitale
19 agosto MOLFETTA (BA) – Banchina del Porto
20 agosto OSTUNI (BR) – Foro Boari
22 agosto ARIANO IRPINO (AV) – Ariano FolkFestival
3 settembre PISA – Metarock festival
9 settembre REGGIO EMILIA – Festareggio

Prevendite: http://bit.ly/danielesilvestri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.