BRYAN ADAMS: foto e reportage del concerto di Milano

1

Articolo di Stefania Clerici | foto di Roberto Finizio

101 concerti in questo 2019, un sold out annunciato quello dell’ultima data al Forum di Assago per Bryan Adams, che arriva a Milano per (ri)presentare il suo Shine a light tour, in giro per il mondo dal 2017 e ora finalmente nella nostra città.

Un concerto-manifesto che racchiude in 2 ore e più di live e … canzoni il mondo del cantautore, in un piacevolissimo mix di pop-country-rock dai toni a tratti accattivanti e ballabili, ad altri romantici e riflessivi, che ripercorre 45 anni di carriera e 14 album in discografia!

L’intro al live proietta un video che spiega una delle missioni del tour: l’impegno di Bryan Adams a far piantare un albero per ogni biglietto venduto, per andare a formare una foresta… cosa che in questo periodo di sensibilizzazione sull’ambiente e cambiamenti climatici ci sta tutta. Ma non solo impegno sociale, dicevamo tanto divertimento e ROCK: Apertura con luci colorate per The Last Night on Earth e poi subito un bellissimo piano sequenza dell’artista per le strade di Toronto proiettato sugli schermi dietro il palco con Can’t Stop This Thing We Started.

Arrivano poi le scatenate Run to you, le Romantiche Shine a light e Heaven, il non duetto con Tina Turner di It’s only love, con alternanza di ritmi e toni, che sfociano poi in una parte di romance ballad tutta abbracci e accendino (o telefonino) con Have You Ever Really Loved a Woman, When You’re Gone e (Everything I Do) I Do It for You.

Prima di scivolare verso la finale parte di richieste dai fan si balla alla grande con Seven Nights to Rock, accompagnata da una carrellata di riprese tra il pubblico danzante che vede intere generazioni saltare felici a ritmo folk. Tra le prime file del pubblico arriva la richiesta di Isabella con There never be an other tonight, subito esaudita da Bryan. Ma i più romantici sono, a grande sorpresa, gli uomini: Mauro chiede Flying, Federico vuole I always be there for you, eseguita in acustico. La fan Michelle urla un Please forgive me ed eccola accontentata… per tutti i numerosissimi che prima avevano richiesto Summer of 69 bastava aspettare un po’: da sempre in setlist, la canzone tanto desiderata chiude la prima lunga parte di live.

Per gli Encore si riprende su Somebody, seguita da Hey baby e la cover dei Crickets I fougth the law, cantata a gran voce da tutti. Per il secondo Encore, lo spazio si fa intimo e Bryan Adams regala un set acustico con Straight from the heart , composta a 18 anni, poco dopo che i suoi genitori gli avevano regalato un piano per permettergli di studiare musica e realizzare il suo più grande sogno: diventare compositore musicale (prima di cantante). Il mood romantico prende poi il volo con Christmas time e la chiusa di All for love.

Una conferma, un successo, per il grande Bryan!

Clicca qui per vedere le foto di Bryan Adams in concerto a Milano (o sfoglia la gallery qui sotto)

Bryan Adams

BRYAN ADAMS – La setlist del concerto di Milano

The Last Night on Eart
Can’t Stop This Thing We Started
Run to You
Shine a Light
Heaven
Go Down Rockin’
It’s Only Love
Cloud #9
You Belong to Me
Have You Ever Really Loved a Woman?
Here I Am
When You’re Gone (Everything I Do) I Do It for You
Back to You
The Only Thing That Looks Good on Me Is You
Cuts Like a Knife
18 til I Die
Seven Nights to Rock
There never be an other tonight (ISABELLA)
Flying (Mauro)
I always be there for you (Federico)
Please forgive me (Michelle)
Summer of 69

Encore 1
Somebody
Hey baby
I fought the law

Encore 2
Straight from the heart
Christmas time
All for love

One Response

  1. Anna

    Cara Stefania Clerici, grazie per il reportage molto ben scritto e puntuale. Ma un appunto su un errore imperdonabile ( sono certa sia stato solo di battitura): “ chitarrista Kito.”!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.