Brava PRIESTESS. La promessa del rap italiano al femminile in concerto a Milano

Foto di Giulia Manfieri

In una Santeria discretamente gremita di ragazzi – ma soprattutto ragazze – di tutte le età, la giovanissima rapper Alessandra Prete, classe 1996 e in arte Priestess, sale sul palco per la penultima data del suo primo tour, che ha seguito la pubblicazione del suo primo album Brava, nell’aprile 2019.

Già presente nella scena rap/hip-hop da tempo, nonché in due dei più importanti album del genere degli ultimi anni, Back Home di MadMan e Davide di Gemitaiz (artisti con cui condivide la stessa label, Tanta Roba), Priestess ha saputo distinguersi nel suo genere e, prendendo l’ispirazione dalle personalità femminili che l’hanno toccata (Eva, Andromeda, Brigitte Bardot, Maria Antonietta – a cui sono dedicati i titoli di alcuni brani), diventare una delle prime rapper/cantanti italiane, come lei stessa si definisce.

Non solo compagni di etichetta. MadMan e Gemitaiz fanno – indubbiamente attesi e ampiamente acclamati dai fan – la loro comparsa anche sul palco della Santeria per un featuring, insieme alle – inaspettate – Ragazze di Porta Venezia, “capitanate” dall’esplosiva Myss Keta, accompagnata sul palco anche dalla ex concorrente di X-Factor Roshelle e dalla cantautrice Joan Thiele.

Il live è un perfetto mix tra sonorità trap, hip-hop e r&b, un flow convincente e un cantato perfetto (retaggio di un passato di cover band tra jazz, rock e blues), qualità che potranno davvero valere per Priestess un meritato podio nella nascente scena scena rap femminile italiana. Che dire, BRAVA!

Clicca qui per vedere le foto di Priestess in concerto a Milano (o sfoglia la gallery qui sotto)

Priestess

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.