ARCTIC MONKEYS: foto, scaletta e reportage del concerto di Milano

Articolo di Stefania Clerici – Foto di Roberto Finizio

Mancavano in Italia dal 2014 e l’attesa del loro ritorno era altissima: due le date a Roma e una a Milano, in sold out da mesi. Sono gli Artic Monkeys, in tour in Europa con il loro ultimo e discusso album Tranquility Base Hotel + Casino.

Abbandonato l’indie rock che ha fatto la fortuna della band negli ultimi anni, ecco che Alex Tuner e i suoi Monkeys scivolano verso atmosfere soft, dominate da piano e bassi. Il dubbio di come convivessero nel live  i brani “vecchi”, elettrici e rock, insieme a questo nuovo corso erano molti. Nel concerto di ieri le risposte, e le sorprese che avvicinano molto il passato al nuovo stile.

Il concerto comincia poco dopo le 21.15 con l’ultimo singolo Four Out of Five:  Turner ancheggia sul palco, intorno a lui gli elegantissimi musicisti, sopra cui capeggia l’elegante scritta Monkeys: arrivano poi riarrangiate Brianstorm, Crying Lightning, Do I Wanna Know? e Why’d You Only Call Me When You’re High? che scatenano cori sui riff e tanti applausi e braccia al cielo. Ma dove sono gli Artic, davvero?

505 viene rivisitata e non distorce l’arrivo su One Point Perspective. Il pubblico però sottopalco aspetta e vuole scatenarsi: proprio sulle grandi hit dell’ultima parte del live arrivano Arabella, She Looks Like Fun, Knee Socks e I Bet You Look Good on the Dancefloor e si balla un po’.

Il gran finale nell’encore con The View From the Afternoon e R U Mine? ci lascia soddisfatti, ma ho un amaro in bocca che non posso mandar giù faclmente.
Che sia stato uno spettacolo raffinato, bello, impeccabilmente virtuoso, studiato e convincente, è fuori di dubbio. Ma a quale prezzo, visto che è risultato nel complesso un live parecchio piatto e privo di verve?

Senza dubbio la dimensione Forum non ha aiutato a far arrivare a tutto il palazzetto l’artista sul palco. “Incolpare” però il luogo per una mancanza personale sarebbe scorretto: piuttosto è vero che Turner ora si riconosca di più nel ruolo di un moderno dandy sul palco e non nel frontman energico e grintoso di un tempo. Quello che a me piaceva e che mi aspettavo di vedere era ben altro, solo il futuro potrà darci una risposta su quello che gli Artic Monkeys potranno essere.

Clicca qui per vedere le foto degli Arctic Monkeys a Milano (o sfoglia la gallery qui sotto).

ARCTIC MONKEYS – Scaletta del concerto di Milano

Four Out of Five
Brianstorm
Crying Lightning
Do I Wanna Know?
Why’d You Only Call Me When You’re High?
505
One Point Perspective
Do Me a Favour
Cornerstone
One for the Road
Arabella
Tranquility Base Hotel + Casino
She Looks Like Fun
Knee Socks
Pretty Visitors
Don’t Sit Down ‘Cause I’ve Moved Your Chair
I Bet You Look Good on the Dancefloor

Batphone
The View From the Afternoon
R U Mine?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.