5 SECONDS OF SUMMER: Reportage, foto e scaletta del concerto di Milano

Foto di Elisa Hassert | Articolo di Simona Malek

Il Meet You There Tour dei 5 Seconds of Summer è finalmente giunto in Italia per fare tappa, nell’unica data prevista, al Mediolanum Forum di Assago. Un risultato sorprendente se pensiamo che, nell’arco di pochi mesi, la band australiana è passata dal suonare in location dalla capienza di mille anime a riempire un palazzetto prestigioso quale il forum.

Nella sera del 17 novembre 2018 si sono realizzati due sogni, il mio e quello della nostra fotografa Elisa Hassert. Ci è stata data infatti la possibilità di fotografare e scrivere della band che ci ha accompagnato durante l’adolescenza, uno dei motivi della nostra amicizia.
A pochi mesi di distanza dal tour di promozione per il nuovo album i 5 Seconds of Summer sono tornati più energici che mai ad infiammare il loro amato pubblico italiano.

I quattro ragazzi di Sydney hanno un dono, quello di riuscire, show dopo show, a riarrangiare i pezzi della propria produzione in studio conferendo loro, ad ogni occasione, una veste live sempre differente, forti di uno speciale legame con il palco che li porta ad assumere le sembianze di un’unica, coesa, entità in grado di coinvolgere e inglobare al suo interno il pubblico, col fine ultimo di farne uno degli elementi cardine dello show.

La batteria di Ashton Irwin e la chitarra di Michael Clifford sono state come sempre ineccepibili, in particolare durante l’esplosiva More, indubbiamente una delle canzoni più riuscite del nuovo album Youngblood.

L’apice della serata è stato però raggiunto con Lie to me, con Luke Hemmings al pianoforte e l’intera arena illuminata con i colori della bandiera italiana. La fan action, in realtà, era stata pensata per Better Man, ma è stato proprio Hemmings a richiederne lo spostamento rendendo così la performance ancora più magica. Un’atmosfera surreale per quello che, probabilmente, è il pezzo più commuovente tra le nuove canzoni.

Nonostante l’assenza di brani che possono essere considerati veri e propri marchi di fabbrica (Beside you), la band è riuscita a tenere viva la loro storia inserendo nella setlist diversi pezzi provenienti dalla loro produzione precedente. Durante Amnesia si è creata quell’atmosfera un po’ nostalgica e malinconica che è possibile percepire a ogni ascolto. La sensazione è che le loro canzoni stiano crescendo e maturando, così come loro, così come noi. Un po’ come quando si legge un libro in età prematura, senza coglierne a fondo il significato, e lo si riprende in mano qualche anno dopo, arrivando a capire e percepire cose nuove.

Calum Hood tempo fa descrisse gli show della band come “un’occasione per scappare dalla realtà” e il concerto di Milano non è stata un’eccezione.

5sos @assago forum - 17 novembre 2018 Elisa Hassert ph 002-2

5 SECONDS OF SUMMER – la scaletta del concerto di Milano

Babylon
Talk Fast
Moving Along
She’s kinda hot
Waste The Night
More
Better Man
If Walls Could Talk
Ghost of You
Amnesia
The Only Reason
Lie To Me
Why Won’t You Love Me
Valentine
Meet You There
Jet Black Heart
Want You Back
She Looks So Perfect
Youngblood

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.