The LEECHES – Underwater

Tre Accordi
Il piglio dei Leeches è sempre punk-pop, in prevalenza di matrice californiana, sparato a massimo volume, dotato di una gran dose di divertimento, che rende la formula avvincente ed esaltante.
Per “Underwater il quartetto comasco si ha scelto come produttore Daniel Ray, che ha lavorato con Ramones e Misfits, e si sente. Già perché se da un lato, rispetto ai lavori precedenti, i lavori sono più tirati e accelerati, dall’altro viene enfatizzata la vena più caciarona, alias pop. Non esitano, infatti, ad accelerare il ritmo, come nell’hc di “Stop the clock”, che sembra scritto da Jello Biafra, brano che è il rovescio della medaglia di “Serious” nel quale i Leeches sono riusciti a coniugare le istanze ramonesiane con quelle dei Radio Birdman.
L’iniziale “I’m everything to me”, è stata invece catapultata direttamente dal ’77 con tutto l’ardore di trentacinque anni fa, che rimane immutato nel genere e di cui The Leeches sono ottimi alfieri. Non a caso hanno aperto per gente del calibro come Bad Religion, Adolescente, Danko Jones e Germs.

Vittorio Lannutti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.