SHANDON – Back On Board

shandon-back-board2016 Ammonia Records

Esce oggi un disco che alcuni di voi stavano aspettando dal 2005, anno in cui gli Shandon hanno detto “No grazie, smettiamo”, altri dal 2012 (anno della reunion e del “Quanto mi mancava Noir!”) e altri ancora solo da novembre 2015, quando sul sito della band è apparsa una cover, Locked Out Of Heaven di Bruno Mars, accompagnata dall’annuncio ufficiale del loro ritorno. IL ritorno, nel panorama underground italiano.
Ora è arrivato il momento di farsi cogliere dalla nostalgia grazie all’ultimo lavoro di Olly e compagni vari ed eventuali: Back On Board ospita anche Bunna degli Africa Unite, Vic Ruggiero (The Slackers), Ferdi e T-Bone (The Bluebeaters).

Potete evitare lo step del primo ascolto seguito da presagi nefasti e giudizi negativi (tipo che ho ribaltato un tavolo, strappato dei fogli, imprecato contro il Dio dello Ska), me ne sono già occupata io per voi, così da assicurarvi una fruizione più serena.
Certo, sono più raffinati e si sprecano parole sul rhythm’n’blues, rock, soul, ma sono sempre gli Shandon, quindi lo ska punk la fa da padrone. Se negli ultimi dieci anni vi è capitato di allontanarvi dal loro genere, sicuramente subirete un piccolo shock.
Nell’ordine, più o meno, Tony Alva e Skate Ska vi faranno arrivare tardi a lavoro causa sosta fuori programma allo skatepark; Heart Attack, Vuoto e Wrong Note sono i tre pezzi ai quali dovete prestare attenzione perché più freschi e maturi; Landed sembra un mash-up di Sum 41 e Velvet Revolver (se vi suona bene, buon per voi), The Miracle è una ballatona, Festa se avete più di sedici anni potete skipparla e Only Love è una chiusura molto orecchiabile, azzeccata. Confrontando le due cover, Proud Mary dei Creedence Clearwater Revival vince a mani basse: Olly ha quella voce lì, l’arrangiamento è pazzesco, tutto molto bello. Locked Out Of Heaven è poco coraggiosa, ma perfetta per un Punk Goes Pop, o per un programma di Andrea Rock.

In sintesi, l’album scivola via facile, non arriva ai 30 minuti ma arriverà come uno schiaffo dal passato sia ai trentenni che ai ragazzini del 2000, perché l’ondata “revival anni ’90” è reale, sta accadendo. Se non ora, quando? Potevano mancare gli Shandon? No.
(Occhio, il disco uscirà in CD e in formato digitale, ma non sarà disponibile sulle piattaforme di streaming. Praticamente, Shandon e Taylor Swift lontanissimi nella vita, uniti contro Spotify!)

shandon-2016

La tracklist dell’album e le date del tour:

01 Tony Alva
02 Locked Out Of Heaven
03 Heart Attack
04 Skate Ska
05 Proud Mary
06 Vuoto
07 Landed
08 Wrong Note
09 The Miracle
10 Festa
11 Only Love

Back On Board tour

16.01.16 – Live Club, Trezzo Sull’adda (MI)
29.01.16 – Karemaski, Arezzo
30.01.16 – Vidia Club, Cesena (FC)
05.02.16 – New Age, Roncade (TV)
12.02.16 – Phenomenon, Fontaneto D’Agogna (NO)
20.02.16 – Freakout Club, Bologna
04.03.16 – Tipografia, Pescara
05.03.16 – Black Out Rock Club, Roma
26.03.16 – K2 Music Place, Vicenza
09.04.16 – Urban, Perugia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.