ICO: Incoming Cerebral Overdrive – Controverso

ICO - Incoming Cerebral OverdriveNon è stato semplice recensire questo disco degli ICO (Incoming Cerebral Overdrive), dato che appena inserito nel lettore il suono sopraggiunto alle mie orecchie è stato a dir poco spiazzante, non solo per la destrutturazione delle canzoni e dell’incisività vocale (a creare praticamente un binomio a sè stante), ma anche e soprattutto dal sound strumentale, incisivo, graffiante, caratterizzato da una violenza a dir poco inaudita.

Lo spunto è decisamente hardcore, con un sound dinamico e rabbioso: all’orecchio arrivano subito le chitarre dove, devo dire, davvero in pochi gruppi ho trovato così omogenee e ben incastrate, a rasentare la perfezione.

Ma le influenze appaiono molteplici e tra le più disparate: nel disco si alternano bordate schizofreniche in stile Mudvayne ad altri momenti più introspettivi e sperimentali dove il fattore psichedelico rimanda ai progetti più incazzati di Mike Patton. La linea vocale, invece, abbastanza monotona e piatta, fa ripensare a una sorta di Meshuggah in chiave hardcore, riferimenti comunque ricondotti e condizionati sempre dalla sezione strumentale, completamente destrutturata sulle ritmiche e melodicamente “malata” al punto giusto.

A mio avviso particolare attenzione meritano la track “Oxygen” e la title-track “Controversial”, così cariche ed esplosive che sembra letteralmente di avere messo due dita nella presa della corrente.
Un lavoro discreto che sicuramente servirà agli ICO per togliersi qualche soddisfazione e a segnare il passo della maturità nelle loro (mi auguro) opere successive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.