PRIZEDAY – Apps will grow like feathers

prizeday-apps-will-grow-like-feathersByeByte
prizedayrockband.com

Essere stati notati dal buon vecchio Arthur Brown dei Crazy World, che li ha voluti come supporters per il suo ultimo tour, non è cosa da tutti.

Dopo una serrata gavetta in terra d’Albione e qualche incontro provvidenziale, dunque, i Prizeday mettono finalmente a reddito la loro maniacale devozione verso il sound britannico degli ultimi trent’anni, riverberandone tutte le sfumature dentro una playlist altalenante, per tensione e qualità: se nelle incursioni psichedeliche si paga dazio agli U2 più alterati di “Achtung Baby / “POP (Psycho electro love, Paradise) e al brit-rock più incazzato e garagista (Fight or flight, Hate x factor, Civil rights) è nei più chiaroscurali e radiofonici afflati pop-rock che la band lombarda spalanca le ali (Prism, Cross of summer light, We shell the rifles).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.