Leanò – Tempio

Eleonora Pisati, in arte Leanò, è stata più volte definita come una delle voci più interessanti dell’underground milanese e, ascoltando il suo EP di debutto, è facile fin da subito capirne il perché.

Tempio (già anticipato dai singoli Sabbia nelle tasche, Notte e Alba), è una deliziosa raccolta di sei brani che ci trasportano nel mondo interiore dell’artista regalandoci momenti di pura estasi mescolando l’indie-pop ad un tipo di cantautorato di cui sentivamo molto la mancanza.

C’è molta semplicità nell’opera di Leanò, ma si tratta di una semplicità ricercata che nulla ha a che fare con il semplicismo.

C’è la purezza di una voce pulita e cristallina che si fa strada attraverso la musica senza sforzo alcuno.

Ci sono le parti strumentali che rimandano alla nostra tradizione nazional-popolare e che accompagnano le lyrics senza predominare in maniera aggressiva.

Ci sono testi dal linguaggio immediato ma capaci di creare visioni oniriche che danno vita ad interi mondi interiori.

Volendo usare una metafora, ascoltare un disco di Leanò è come sedersi a mangiare una pizza in una trattoria del Cilento (terra d’origine dell’artista) avendo davanti agli occhi la vista del mare.

Nulla di più semplice in apparenza, ma spesso sono proprio i momenti più semplici quelli che regalano la felicità più genuina. Basta l’odore di quel forno a legna, basta il calore del sole sulla pelle, basta l’azzurro di quel mare… e improvvisamente ci si sente felici di essere al mondo.

Tempio è un viaggio introspettivo capace di riportarci a casa quando ci sentiamo persi.

Quello che ne traiamo è il ritratto di una giovane cantautrice che ha molto da offrire, tanto dal punto di vista musicale quando dal punto dal punto di vista umano.

Quanti di voi sono abbastanza fortunati da ricordare il sentimento della meraviglia di un sole che sorge o la dolce malinconia che si accompagna alla fine dell’estate, troveranno facile identificarsi in questo disco. Tutti gli altri avranno invece la fortuna di riabbracciare per 22 minuti la propria innocenza più sopita.

In conclusione, Leanò ci ha regalato un debutto di tutto rispetto e noi non vediamo l’ora di scoprire quali altre sorprese ci riserverà in futuro.

Una giovane artista che va decisamente tenuta d’occhio.

Tags

About the author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.