DA’NAMASTE – in2i

danamastecop

Da Namaste - in 2 i

Una notte come tante rientro a casa e accendo la tv, per vedere se su Mtv o All Music passa qualcosa di buono almeno a ora tarda. Il caso vuole che mi imbatta nel video di questo gruppo che risponde al nome di Da’Namaste. Rimango immediatamente colpito dalla loro musica e il giorno dopo approdo sul loro Myspace per sentire qualcosa in più e per complimentarmi con loro. A distanza di mesi, per caso mi arriva il loro cd da recensire. Beh, era destino.

Lo ascolto immediatamente e mi trovo davanti a un lavoro confezionato con cura e professionalità. 14 pezzi curati in ogni particolare. Pezzi che sicuramente prendono spunto da soluzioni che fanno parte del mondo dei Tool/A Perfect Circle, soprattutto nelle chitarre e in alcune soluzioni ritmiche, senza risultarne però una sterile copia. Il disco ha una personalità forte e una componente mediterranea che si lega benissimo con l’ispirazione americana. Una voce femminile (Teresa Tedesco) a metà fra Cristina Donà e Carmen Consoli, molto calda, incisiva e riconoscibile, che si spartisce il campo con una voce maschile (Francesco Tedesco), forse un po’ meno riconoscibile ma più quadrata e tagliente. Insieme formano un insieme pressoché perfetto e si completano splendidamente.

I pezzi richiedono un po’ di tempo per essere assimilati. Non c’è nessuna canzone che spicca in modo particolare sulle altre, ma tutte insieme formano un unico flusso molto coerente con sé stesso. Anche se il ritornello (che in realtà poi non lo è…) di “Come Ora” con il perfetto scambio fra le due voci nella canzone, non fatica a imprimersi nella memoria. Ma non si può ridurre questo disco all’efficacia di un ritornello o alla sua orecchiabilità. Qui c’è passione, cura, voglia di creare qualcosa di bello e valido artisticamente.

L’unico appunto che posso fare è che alcune volte i riff di chitarra e la ritmica della batteria vanno a cercare soluzioni troppo sincopate, che tolgono aria ai pezzi. Perchè le due voci , a mio parere, si esprimono molto meglio quando hanno spazio di azione e quando si possono muovere sugli splendidi arpeggi che ci sono in molte parti di “in2i”, sostenuti da linee di basso sempre azzeccate.

Da amante delle cose semplici quale sono, ho apprezzato moltissimo “Pre-Visione”, forse il pezzo più lineare e lento di tutto il disco. Insieme a “Come Ora” è sicuramente il più riuscito e quello con l’atmosfera più intensa.

I Da’Namaste sono un gruppo che si merita un grande rispetto per quello che hanno saputo creare in questo disco. Un disco che vi consiglierei di procurarvi e di ascoltare tante volte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.