MY OWN PARASITE – God 3 – Myself 0

My Own Parasite - God 3 My Self 0

My Own Parasite - God 3 My Self 0

I My Own Parasite e le evoluzioni. Plumbea Records, ovvero l’underground che resiste. Dopo lo strabiliante successo che aveva sovvertito l’underground e l’indie-(post)rock nostrano, ecco il ritorno dei Parassiti che tralasciano le prestigiose, limpide, sirene da colonna sonora per proiettarsi, pienamente e dignitosamente, nel mondo usurato del noise. Scelta loro, scelta da rispettare. “God 3 – Myself 0” è il nuovo, secondo, album. Il doppio album. L’album della consacrazione.

“God 3 – Myself 0”, ovvero i due volti dei My Own Parasite: da un lato quello elettrico, dall’altro quello acustico, quello in versione “unplugged”. Il coraggio diventa la loro arma letale. La metamorfosi diventa la loro arma letale. Rimettersi in gioco, punto e basta. Nel frattempo il bassista, Stefano Rossello, lascia la band che diventa quindi un terzetto (Christian Battiferro, Alessandro Rinaldi e Carlo Marrone). Due chitarre e una batteria. “God 3 – Myself 0”, gli Shellac, i Don Caballero e tutti i derivati della Chicago degli anni novanta. I soliti punti di riferimento. I soliti punti di riferimento dell’Italia noise, dell’Italia americana. “God 3 – Myself 0”, i nuovi My Own Parasite sono cresciuti, sono più cattivi, meno cerebrali, più diretti, sempre e comunque se stessi. Poi, nel secondo disco, le atmosfere si surriscaldano. Il gioco cambia faccia. Un altro passo. Un altro andamento. Una candela. Luci ed ombre. I brani del disco elettrico ora riletti in chiave acustica. Due inediti più che buoni, “Halina” e “God3 Reprise”.

I My Own Parasite alla seconda prova. “God 3 – Myself 0”, due dischi, due lati, i due volti, le due espressioni visive ed emotive dei Parassiti italiani. “God 3 – Myself 0”, vince Dio, vince la Plumbea Records, vinciamo noi, e soprattutto vincono loro, vincono gli eroi del giorno, vincono i My Own Parasite.

Tags

About the author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *