GRISELDA MASALAGIKEN – I demoni nel taschino

Skank bloc
Strano personaggio questo Griselda Masalagiken, di cui la stessa etichetta ha vaghe informazioni. Pare che sia di Los Angeles, ma di origini romane, per cui canta in italiano. Gli undici brani di questo suo esordio sono stati incisi dentro la su macchina a Venice Beach. Questo strano artista suona un electro-lo-fi pulsante e spesso monocorde.
I testi, il più delle volte introspettivi, giungono al massimo a trattare di tematiche inerenti la relazione con l’altro sesso, quando non sono nosense ed enigmatici.
Un lavoro che si può inserire nella scia della nuova generazioni di cantautori ‘italiani’ come Le luci della centrale elettrica o Iosonouncane, non solo per la scelta del nick name, ma anche per l’originalità della musica proposta.

Vittorio Lannutti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.