Fratelli Tabasco – The Docks Dora Session

fratelli-tabascoAz blues

Il blues è la grande passione dei Fratelli Tobasco, che dopo aver iniziato con le solite cover si sono decisi a scrivere brani propri. Questo esordio è stato registrato live, per riprodurre le atmosfere dei “Juke Joint”, i locali semi-clandestini del sud Degli Usa, dove i esibivano i grandi del blues, prima di entrare nella storia.

Il gruppo torinese prendendo spunto da R. L. Burnside, Black Keys e Ben Harper, in questi nove brani dimostra di aver attinto dal miglior panorama blues, soul e rock-blues. La base del sound, infatti, evoca quello dei primi e migliori Black Crows. Il cantante, Boris Tabasco, è dotato di un’ottima e flessibile voce, tanto è vero che in “Ask yourself” riesce a mettere insieme Howlin’ Wolf e Van Morrison.

Nelle corde dei FT troviamo anche tanto boogie (“D.Q.T.H.L.”, “Boris Boogie”, “Harmonic drive”) e funky (“Blues on!”), passando per i momenti di hard-blues delle penetrante “Radioactive Mama” e l’hendrixiana “Same damned shame”. È vero è il solito vecchio blues, ma quando è suonato con passione e professionalità, come fanno i FT, esalta sempre e comunque!

Tags

About the author

Vittorio Lannutti

Vittorio Lannutti

Vittorio Lannutti, ricercatore/sociologo delle migrazioni, counsellor, con una grave, cronica ed irreversibile dipendenza da rock.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.