FermoImmagine – Frammenti

fermoimmagine2015 Autoproduzione

Tra i tanti – anche molti – che più o meno egregiamente portano avanti la bandiera 80,s , spicca il duo romagnolo dei FermoImmagine, che ha due anni dal precedente lavoro torna a  raffinare la scena e l’ascolto con Frammenti, dieci brani più il remix di uno di questi che facilitano lo scivolare sognante verso quelle decadi in chiaroscuro;  e la loro è una wave cantautorale essenziale, con spruzzate stilistiche che fanno ping pong con l’allora e l’adesso, sintomi di Battiato 11.12.13, 40 anni,  Bluvertigo Distante, e  un Garbo Nebbia,  Pugile in un compendio riuscitissimo di “confronti e raffronti” che escono bene e non fanno mancare quella convinzione che si è con un disco e una formazione in stato ottimale.

Dunque electro-wave a profusione, nebbie atmosferiche, scuri e grigi in contraltare e melodie melanconiche, un mid di shoegazer ed elettricità che non fa mancare certamente quel guizzo emozionale – magari  esercitando più d’un giro stereo per entrarci dentro a corpo morto – che poi esplode educatamente nella ballata pop Fiore di campo, la stellina della tracklist che illumina l’intero lotto.

Mirko Ravaioli e Luigi Maresca – questi i FermoImmagine – si pongono tra la disfatta dei sogni e la rinascita dell’estetica, favorendo poi a fine corsa quest’ultima, e lo si tocca con “orecchio”!

Tags

About the author

Max Sannella

Max Sannella

Giornalista che crede che la musica sia la via maestra di tutto per arrivare al tutto.