FermoImmagine – Frammenti

fermoimmagine2015 Autoproduzione

Tra i tanti – anche molti – che più o meno egregiamente portano avanti la bandiera 80,s , spicca il duo romagnolo dei FermoImmagine, che ha due anni dal precedente lavoro torna a  raffinare la scena e l’ascolto con Frammenti, dieci brani più il remix di uno di questi che facilitano lo scivolare sognante verso quelle decadi in chiaroscuro;  e la loro è una wave cantautorale essenziale, con spruzzate stilistiche che fanno ping pong con l’allora e l’adesso, sintomi di Battiato 11.12.13, 40 anni,  Bluvertigo Distante, e  un Garbo Nebbia,  Pugile in un compendio riuscitissimo di “confronti e raffronti” che escono bene e non fanno mancare quella convinzione che si è con un disco e una formazione in stato ottimale.

Dunque electro-wave a profusione, nebbie atmosferiche, scuri e grigi in contraltare e melodie melanconiche, un mid di shoegazer ed elettricità che non fa mancare certamente quel guizzo emozionale – magari  esercitando più d’un giro stereo per entrarci dentro a corpo morto – che poi esplode educatamente nella ballata pop Fiore di campo, la stellina della tracklist che illumina l’intero lotto.

Mirko Ravaioli e Luigi Maresca – questi i FermoImmagine – si pongono tra la disfatta dei sogni e la rinascita dell’estetica, favorendo poi a fine corsa quest’ultima, e lo si tocca con “orecchio”!

Tags

About the author

Max Sannella

Max Sannella

Giornalista che crede che la musica sia la via maestra di tutto per arrivare al tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *