Corde Oblique – I maestri del colore

corde-obliqueAudioglobe

Riccardo Prencipe, musicista e storico dell’arte, anche in questo sesto lavoro del suo progetto Corde Oblique ha voluto creare un collegamento tra musica e pittura. Il disco, infatti, è concepito come una tavolozza pittorica, in quanto ogni brano è associato ad un colore.

Grafica e copertina sono anch’esse estremamente curate, in quanto veste grafica è ispirata alla celebre ed omonima collana di storia dell’arte, uscita negli anni ’60 per Fabbri Editori, mentre la foto di copertina è Franco Fontana, fotografo italiano di fama internazionale.

Passiamo alla musica. Lo stile musicale è quello di un incrocio tra folk, post-rock ed etheral. Con un folto gruppo di musicisti internazionali che vi hanno collaborato il disco ha sonorità molto diversificate, passando dal post-rock che va dai primi Tortoise ai Brutopop di “Suono su tela” al folk mediterraneo sia de “I sassi di Matera”, sia di quello più greco di “A fondo oro” e per un mix delle sonorità proprie dei nativi americani di “Giallo dolmien”, fino ai momenti elegiaci e lirici di “Rosa d’Asia”. Un disco profondo, in grado di attraversare momenti sia introspettivo che di apertura.

Tags

About the author

Vittorio Lannutti

Vittorio Lannutti

Vittorio Lannutti, ricercatore/sociologo delle migrazioni, counsellor, con una grave, cronica ed irreversibile dipendenza da rock.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.