NAKBYTE: guarda in anteprima il video “Obliquus”

Il 5 novembre 2019 è il giorno di “Obliquus”, nuovo video dei Nakbyte: una produzione indipendente nata sotto la direzione di “BigHead Family” per un mix di immagini e suoni incredibilmente efficace e potente.

La clip tratta l’alienazione da tecnologia, le relazioni uomo-macchina e uomo-digitale ed i rispettivi disumani risultati. Ha un carattere prevalentemente distopico ed una velocità frenetica. Il video anticipa l’Ep. “Obliquus experience”, in uscita il 17 gennaio 2020 per la Seahorse Recordings di Paolo Messere.

Il progetto Nakbyte è nato nel 2013 ed è costituito da tre musicisti salentini (Marco Cesari, Daniele Gatto, Pierluigi Greco) e si propone di affrontare artisticamente alcuni aspetti della contorta relazione uomo-digitale tra cibernetica, privacy, social networking e nuove guerre.

Il nome scelto dalla band viene dall’unione di “Al-Nakba”, “catastrofe” in arabo-palestinese, e “byte”. Esige emozionare, informare, riflettere con l’ascoltatore sul contemporaneo, sull’umano, sull’assoggettamento, sul dominio e molto altro. Sistemi di controllo informatico sempre più sofisticati: la privacy, l’innovazione concernente armamenti e nuovi sistemi di offesa e controllo, le cyberwar, l’hackeraggio, l’iper-connessione che distrugge la reale condivisione del sentimento, dell’emozione, sono solo sinteticamente i temi al centro dell’interesse compositivo dei Nakbyte.

La band propone una performance musicale e visiva sperimentale, unendo le identità artistiche dei componenti in un mix audio-visivo ricercato. I componenti del progetto presentano un live electro-rock impetuoso, costituto da brani musicali supportati da sequenze audio, synth e suggestivi interventi visivi. La performance è contraddistinta da continuità esecutoria e dal forte impatto sonoro.

https://www.facebook.com/nakbyte/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.