DADE CITY DAYS: guarda in anteprima il video “Old Fashioned”

Da sorseggiare sul divano di casa, nella confusione di un club o nelle cuffie mentre si fa jogging, Old Fashioned attraversa le diverse influenze di questo nuovo lavoro dei Dade City Days, tra mood sognante e bpm da batticuore.

Ambientazioni dream pop, tappeti elettronici, richiami shoegaze e linee vocali orecchiabili, Old Fashioned è la rievocazione serena ma nostalgica di un amore finito da tempo. Un amore di quelli giovanili, che si dà quasi per scontato sia per sempre, ma poi finisce, e quello che era il nostro tutto diventa di colpo un niente.

Nati a Bologna nel 2013, i Dade City Days fondono sonorità dream e new wave con basi elettroniche, richiami shoegaze e linee vocali in italiano. Condividono il palco con artisti come The Raveonettes, Modern English, The Soft Moon, Neon, Clan Of Xymox, She Past Away e ottengono ottimi riscontri da parte del pubblico, aggiudicandosi anche il primo posto al “The JamBO Live Contest”.

In collaborazione con Luca Urbani (Discipline Records), incidono per Darkitalia una cover rivisitata di “She Burned Me Down” dei Type O Negative. Nel 2015, insieme a Paolo Fresu e Lo Stato Sociale, curano le musiche per i contenuti speciali del film “La Linea Gialla – Bologna, 2 agosto”, prodotto da La Repubblica e Movie Movie in occasione del 35° anniversario della Strage di Bologna, ed entrano in studio con il produttore artistico Lorenzo Montanà (Tying Tiffany, Simona Gretchen) per la realizzazione del primo disco, “VHS”, uscito a febbraio 2016 per l’etichetta svizzera Swiss Dark Nights.

Nel dicembre 2016, in seguito al successo della prima metà del tour, rilasciano una versione live di “VHS”, in edizione limitata e numerata, con l’aggiunta di un inedito che vede la partecipazione alla voce di Marcello Michelotti (Neon). Terminato il tour, iniziano a lavorare su nuovo materiale, integrando l’anima shoegaze ed elettronica del progetto con una scrittura dei brani più “pop”.

A luglio 2018 entrano in studio per la realizzazione del secondo album, registrato da Alessandro Di Sciullo presso il Blackdog Studio (Roma) di Federico Nardelli, mixato da Matteo Cantaluppi presso il Mono Studio (Milano) e masterizzato da Giovanni Nebbia presso l’Ithil World Studio (Imperia).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.