Stop ai concerti fino al 3 aprile? Eccone alcuni da guardare (a casa) su YouTube

La musica dal vivo è stata una delle prime ‘vittime’ dell’emergenza virus. A partire da domenica 23 febbraio, infatti, a cascata, sono stati annullati o rimandati una serie di eventi programmati in tutta Italia. Prima le decisioni dei locali, degli artisti e delle band e poi un decreto che ci rimanda – per ora – alla data del 3 aprile per tornare sotto palco.

Per trascorrere al meglio questi giorni di isolamento domestico, RockON vi ha consigliato della buona musica e alcuni film sull’argomento che potreste esservi persi.

Oggi, invece, vi proponiamo una selezione dei migliori concerti che potete godervi comodamente (e auspicabilmente) da casa, su YouTube.

Enjoy, stay home, stay RockON!

The Beatles – Apple Corps, Londra, 1969

Dal tetto della Apple Corps di Londra, al 3 di Savile Row, i Beatles improvvisarono quella che sarebbe stata la loro ultima performance dal vivo, il Rooftop Concert. La confusione creatasi nel palazzo e per strada, dove la folla si radunò velocemente, rese inevitabile l’intervento della polizia, che fermò il concerto, non prima che Paul McCartney potesse improvvisare sul testo di Get Back«You’ve been playing on the roof again, and that’s no good, and you know your Mummy doesn’t like that… she gets angry… she’s gonna have you arrested! Get back!».

Talking Heads – PalaEur, Roma, 1980

17 dicembre 1980, Talking Heads a Roma. Un evento unico per l’Italia, che arrivava dopo anni di incidenti contestazioni per i grandi concerti dal vivo, e una vera perla per gli archivi della Rai, documentata da Cesare Pierloni con tre macchine da presa sincronizzate e pellicola 16mm.

Simon & Garfunkel – Central Park, 1981

Più di 500,000 persone si radunarono nel parco di New York per questo grande concerto gratuito del duo Paul Simon e Art Garfunkel, che l’anno successivo diventò un album dal vivo e fu trasmesso e distribuito dalla HBO.

CCCP Fedeli alla Linea – Rai, 1988

All’apice del loro successo, il gruppo punk emiliano filosovietico CCCP è invitato a D.O.C., la trasmissione musicale dal vivo di una seconda rete nazionale oggi impensabile. Una performance oltre la musica, dadaista, unica, libera.

Nirvana – Reading Festival, 1992

Con una delle loro setlist più lunghe di sempre, i Nirvana ‘salutarono’ la grande folla accorsa al Reading Festival. Questo, infatti, fu l’ultimo concerto della band nel Regno Unito.

Green Day – Woodstock, 1994

Che il revival del festival fu un disastro sotto tanti punti di vista è noto, incluso il finale dell’esibizione dei Green Day, la famosa mud fight. Nonostante tutto, fu un momento di svolta per la carriera e la notorietà della band californiana, che aveva da poco pubblicato Dookie, che sarebbe diventato il loro album più venduto di sempre.

Oasis – Maine Road, Manchester, 1996

E se l’attesa della reunion degli Oasis fosse essa stessa la reunion degli Oasis? In ogni caso, le notizie sulla possibile pace dei fratelli Gallagher dovranno restare seconde ancora per un po’ di tempo a quelle sul virus, e agli irriverenti tweet di Liam sul tema.

Radiohead – Glastonbury Festival, 2003

Una performance storica che per molti è comparabile, se non migliore, di quella sul medesimo palco nel 1997, due settimane dopo l’uscita di OK Computer.

Red Hot Chili Peppers – Slane Castle, 2003

A qualche mese dalla grande notizia del ritorno con la band di John Frusciante, storico chitarrista, attendiamo il concerto di Firenze gustandoci una delle più belle performance della band americana, nella iconica cornice del “Castello Rock” di Slane. Una location che negli anni ha ospitato grandissimi artisti, da Bruce Springsteen ai Rolling Stones fino agli U2, che nel 1984 vissero per sei mesi nel castello per registrare l’album The Unforgettable Fire nel salotto, che venne trasformato in uno studio di registrazione.

Foo Fighters – Wembley Stadium, 2008

25 anni di carriera nel 2020 per la band di Dave Grohl e compagni, che molti oggi definiscono come l’ultima grande rock band americana. Intanto, mentre aspettiamo il loro concerto estivo in Italia, programmato per il 14 giugno a Milano, ci godiamo uno dei loro live più belli di sempre, con tutti i loro grandi successi, un set acustico e anche due cover dei Led Zeppelin.

Arctic Monkeys – Reading Festival, 2006

A quattro anni dalla loro formazione e con il solo album di esordio all’attivo, Whatever People Say I Am, That’s What I’m Not, gli Arctic Monkeys, poco più che ventenni, suonano da headliners al Reading Festival e, da Sheffield, fanno la loro entrata a gamba tesa nella storia della musica.

Arcade Fire – Madison Square Garden, New York, 2010

La band canadese è da poco ritornata a suonare dal vivo. Dopo una pausa di quasi due anni, infatti, Win Butler e compagni si sono esibiti al Mahalia Jackson Theater di New Orleans lo scorso 14 febbraio. Siccome per ora, parole della band, non sono previsti altri concerti in programma, noi recuperiamo così.

The Libertines – Reading Festival, 2015

Se anche voi siete stati tra gli avventurosi che hanno assistito ai concerti (o meglio disastri) italiani di Pete Doherty questo autunno in Italia, questo video è quello che ci vuole per farvi ricredere (e farvi ritornare, speranzosi, anche ai prossimi). PS. Happy birthday Pete!

Tame Impala – Lollapalooza Brasil, 2016

Mentre li aspettiamo trepidanti in Italia, dove mancano dal 2016, Kevin Parker e soci hanno pubblicato da poco un nuovo album, The Slow Rush, e annunciato che il loro prossimo tour avrà impatto ambientale zero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.