NENA AND THE SUPERYEAHS vincitori di Operazione Soundwave

14

La vittoria del talent show garantisce alla band un contratto con la Sugar Records di Caterina Caselli

11 ottobre, diciannove e trentacinque. Nena and the Superyeahs si aggiudicano la vittoria di Operazione Soundwave. Si è conclusa con l’affermazione della dancing-rock band bergamasca la seconda edizione del talent show di MTV realizzata in collaborazione con Coca Cola e Sugar Records.

Nella puntata finale dello show televisivo, Nena and the Superyeahs si sono confrontati con la pop-rock band bresciana dei The Records attraverso l’esecuzione di tre brani. Prima una canzone originale, quindi un medley di tre brani scelti dalle band e, per finire, il pezzo con il quale le band si erano candidate al concorso. L’energia, la freschezza e la positività dei suoni della band insieme alla grande vocalità e presenza scenica di Nena hanno convinto la giuria tecnica di Operazione Soundwave ad attribuire a Nena and the Superyeahs la vittoria.

Il talent show di MTV ha raccolto, nell’edizione 2008, circa 2500 adesioni di band da tutta Italia e si è svolto tra i mesi di luglio (puntate che avevano portato alla selezione dei The Records) e ottobre. La trasmissione è stata condotta da Carolina di Domenico ed ha avuto una giuria tecnica composta dalle VJ e musiciste Kris&Kris, dal giornalista de “Il Giornale” Paolo Giordano e dal Senior Promotion Manager di Sugar Roberto Gentileschi. Nella puntata finale del concorso musicale, i giurati hanno elogiato Nena and the Superyeahs descrivendoli come “molto convincenti” (Roberto Gentileschi), “energici e molto colorati” (Kris&Kris), una band dove “ognuno è al posto giusto” (Paolo Giordano) e che ha avuto la meglio anche grazie “al carisma che si aggiunge all’energia” (Roberto Gentileschi).

La vittoria ad Operazione Soundwave costituisce per Nena and the Superyeahs la concretizzazione del lavoro svolto dal 2006. Negli ultimi due anni, infatti, la band ha trovato una formazione stabile ed ha definito una propria e originale chiave espressiva facendosi apprezzare sui palchi di tutta Italia in circa un centinaio di esibizioni in ogni tipo di situazione: nell’ultimo anno sono stati protagonisti della tappa Italiana del Give It a Name Festival (con Bedouin Soundclash, Story of the Year, Silverstein, Vanilla Sky, ecc.), dell’Heineken Jammin’ Festival a Venezia (nella serata di Vasco Rossi), del Cube Festival a Bari (prima dei Bluvertigo) e dell’apertura dell’Ypsigrock Festival a Castelbuono (PA) prima degli della indie rock band inglese degli Art Brut.

Questo successo garantirà a Nena and the Superyeahs la partecipazione all’evento Coca Cola Live @ MTV (Roma con The Cure, John Legend, Giuliano Palma and the Bluebeaters, Zero Assoluto, Marracash e Andro.i.d.) ed un contratto con Sugar Records per la produzione e la promozione di due singoli, un epk ed un video.

NENA and the Superyeahs

NENA and the Superyeahs

NENA AND THE SUPERYEAHS

Nena and the Superyeahs hanno iniziato a suonare insieme nel 2006. Si tratta di una band di cinque elementi che ha trovato nella vocalità, e nella forte presenza scenica, della cantante la giusta via per il loro personale DANCING ROCK. Il loro è un suono positivo, chiaro, solare, al limite fra il rock ‘n’ roll moderno, il party pop e la disco dance. Le ricerca delle immediatezze sonore, delle linee melodiche e delle improvvise virate stilistiche trova origine nelle variegate influenze della band che passano dal rock più immediato dei Franz Ferdinand a quello più tirato degli Hives, dall’ironia sexy di Gwen Stefani ai residui Punk/Emo/Surf dell’adolescenza.

“Nena and the Superyeahs” sono:
– Serena “Nena” Marinelli: voce
– Matteo Foresti: chitarra, cori
– Michele Clivati: chitarra solista, cori
– Federico Laini: basso, cori
– Marcello Norrito: batteria
– website: http://www.myspace.com/superyeahs

14 Responses

  1. Balanite

    Come si puo’ far vincere un concorso cosi’ ad un gruppo che di italiano ha ben poco?
    I testi sono in inglese, e traducendoli ci si accorge della banalita’ delle parole.
    I suoni non richiamano nemmeno lontanamente le sonorita’ nazionali.
    Le canzoni mancano di melodia, la voce e’ una cantilena quasi stonata e monotona.
    La batteria potrebbe essere sostituita da una drum machine e le chiaterre fanno gli accordi come all’oratorio.
    Mancano i riff, i suoni sporcati dalle distorsioni, l’improvvisazione e l’azzardo, la musicalita’ del pezzo!

    Sostituirei il nome del gruppo con “Nenia and the Superyeahs”.

    Balanite

    Rispondi
  2. Brian Slade

    Ma dico Balanite sei scemo o cosa?
    1. Il pezzo presentato a MTV è in italiano e si intitola “Alice sotto terra”, se il testo non lo capisci il problema è tuo.
    2. Che cosa sono le “sonorità nazionali”? Intendi Laura Pausini, Eros Ramazzotti o addirittura il visonario Zucchero? Beh ben venga nel caso che non abbiano nulla a che fare con tutto ciò.
    3. “Le canzoni mancano di melodia, la voce e’ una cantilena quasi stonata e monotona.
    La batteria potrebbe essere sostituita da una drum machine e le chiaterre fanno gli accordi come all’oratorio.”. Tu invece cosa fai di così interessante per dare giudizi del genere? Suoni per caso nei Radiohead?
    4. “Mancano i riff, i suoni sporcati dalle distorsioni, l’improvvisazione e l’azzardo, la musicalita’ del pezzo!” – Il pezzo ha solo chitarre con distorsioni, non mi pare che l’improvvisazione rientri nei canoni del Pop/Rock, la musicalità immagino non sai neanche cosa vuol dire.

    Firmato un grande fan dei Nena and the superyeahs (che conosco e ho visto dal vivo più volte)

    P.S. E’ la gente come te che rovina la musica in Italia. Impara a conoscere le cose prima di giudicarle, ignorante.

    Rispondi
  3. Balanite

    Mi riferivo ai grandi della musica italiana, non a quelli che hai citato tu.

    Quello che volevo dire e’ che come al solito Mtv premia il gruppo pop che piace ai ragazzini di 15 anni come i Finley e compagnìa bella perche’ quello e’ il targhet della tv. E la tecnica, la poesia e l’originalita’ non fanno neanche parte dei criteri di giudizio.

    In ogni caso mi duole che in ogni discussione su internet si risponda sempre con insulti solo perche’ non stiamo parlando a quattrocchi.
    Impara l’educazione e non dare dello scemo o dell’ignorante senza conoscere la gente.

    Firmato: un grande estimatore della musica vera

    ps: i tuoi amici “musicisti” li conosco bene anch’io perche’ ci ho suonato insieme.

    Rispondi
  4. Brian Slade

    Caro il mio Balanite,
    Partendo dal presupposto che il primo a utilizzare toni ironico-offensivi sei stato tu (“Nenaia and the superyeahs”)e io ho risposto di conseguenza, e che ti direi che sei scemo anche di persona se ci fosse la possibilità, volevo solo farti notare che ancora una volta parli di cose che non specifichi come se esistesse una musica vera, una poesia ed un originalità obiettiva. Ora capisco che I Nena non ti piacciano, ci stà, ma a me il tuo commento sembra più una considerazione da musicista fallito ed invidioso che commenta una cosa bella accaduta a un gruppo della tua stessa città. Probabilmente tutto quello che dici lo fai riferendoti a quello che produci con il tuo gruppo che, probabilmente, non è mai stato neanche ammesso ad un concorso di queste proporzioni (dato che il nome non lo scrivi) e quindi non capisci, stai lì dietro lo schermo a sparare sentenze con la pistola in mano su chi a fare qualcosa ci prova e poi ci riesce anche. Ti dò un consiglio, metti da parte l’invidia e l’orgoglio, fammi capire chi sono i grandi della musica italiana e se non ti piace il target di mtv cambia canale, non dire che un gruppo non ha qualità solo perchè non fà quello che fai o ascolti tu.

    P.S. E poi se hai il glande infiammato non è colpa di nessuno…curati!

    Rispondi
  5. Balanite

    Non sono ne’ fallito ne’ invidioso; solo deluso dai giudizi popolari.
    Lo so che i gusti sono gusti, ma la tecnica e’ una cosa oggettiva che ai Nena And The Superyeahs manca. Cosi’ come la poesia e l’originalita’.
    E’ un gruppo che diverte e fa saltare, e come loro i gruppi che stanno uscendo adesso: Finley, Dari, ecc…
    Vuoi una lista di gente che sa suonare in italia?
    Verdena, Marlene Kuntz, PGR, Afterhours, Moltheni, Paolo Benvegnu’, Fabrizio Coppola, i Ministri, Fratelli Calafuria, Marta sui Tubi, Max Gazze’…

    Rispondi
  6. Tony Ciccione

    A parte che Brian Slade e Acid84 hanno lo stesso IP e quindi i due messaggi sono stati inviati dallo stesso computer a distanza di 2 minuti.
    Comunque… i Nena e cosi yè rappresentano il pop “alternativo” che c’è in giro adesso (e quindi non è poi così alternativo), percui caro Brian, leggi meglio le critiche di Balanite che in sostanza dicevano quello che io ho appena sintetizzato in una riga e non rispondere con attacchi a chi dà un giudizio (anche se molto forte).

    Pace

    ps: grandi Ministri, speriamo che abbiano davvero il successo che si meritano.

    Rispondi
  7. stivaldegress

    Poveri Nenas, hanno vinto un contratto discografico che probabilmente e ,dato la qualità del loro progetto musicale, fortunatamente li terrà sottovuoto per un bel po e poi nn li farà emergere anche se della loro musica qui in italia ci si cibano molti , troppi che dalla musica nn si aspettano altro che caramelline zuccherate e copie malriuscite di un originale gia annacquato e moscio!
    Li ho visti dal vivo e nn sono male anche se banalmente derivativi!
    ebbasta con ste pseudocoverbands!

    Rispondi
  8. Magentha Vol

    i Nenas…ma va là..han suonato con noi all’heineken..e poi subito dopo sono andati anche al soundwave. Se non altro ci vuole tenacia e grinta.

    La cantante hauna bella voce, me la ricordo dall’heineken, purtroppo non guardo la tv molto spesso e il soundwave non l’ho visto, non abbiamo nemmeno fatto in tempo ad iscriverci.

    Comunque pace e bene.
    Saluti ai ragazzi.
    Sono contento per voi.
    Capisco che esistano i generi e che siano da rispettare.

    Però sinceramente sulla musica la penso come quello che ha il pene in fiamme.
    E’ anche per questo che faccio le quattro e mezza di notte a cercare chi è come me. Un consiglio al fan dei verdena..di pomeriggio su MTV non troverai mai un cazzo di buono.

    Rispondi
  9. Sugar

    Di recente ho visto un concerto di Nena ed a seguire uno di Ambamarie; che dire? Che quantomeno, Nena ha pose e canzoni meno studiate di Ambramarie. Nena è più spontanea, Ambramarie è come Marco Carta: si muovono come se fossero ad Amici o ad X facotr, sempre come se avessero lì la telecamera.
    Per le canzoni, quelle di Nena almeno sono un tantino più originali, e non è male come voce.
    Però mi spiace che non abbiano sfondato a dovere, soprattutto vedendo chi viene mandato alla ribalta, cioè quelli di Xfactor e di Amici. Che tristezza!!

    Beh, al più presto andrò a vedere Nena alla festa dei tifosi dell’Atalanta e vedrò se ricredermi o meno.

    Voi che ne dite: meglio lei o quelli delle trasmissioni già citate (che sembrano “artificiali”)???

    Rispondi
  10. LASKU

    bè…se per voi i MINISTRI sanno suonare….. posso capire quanto ve ne intendete di musica!!!!!

    a me i NENA piacciono e per lo meno sono umili….non degli esaltati come i ministri!

    LASKU – JD-

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.