La web radio di FABIO VOLO

5

Fabio Volo Radio Deejay

Fabio Volo Radio Deejay

Sul sito www.deejay.it è in onda la web radio di Fabio Volo, eccentrico e camaleontico mattatore mediatico: quando scrive riesce a far emergere le sue emozioni più nascoste e profonde, in tv è al naturale, in radio goliardico, al cinema riesce ad immedesimarsi totalmente nei suoi personaggi.

Ecco svelati gli ingredienti del suo grande successo, che lo portano sempre ad essere tra i primi, sia che si tratti di sbancare al botteghino, che di trasformare un suo libro in un best-seller o di conquistare l’attenzione di tele e radio ascoltatori.

Durante tutto il mese di novembre la web radio di Fabio Volo proporrà la sua play list personale, con i migliori brani tratti dalla sua collezione privata; si alterneranno alla musica degli stacchi e dei jingles realizzati appositamente da lui ed inoltre dei contributi scelti dalla sua trasmissione “Il Volo del Mattino”.

Nella pagina sarà visualizzato il titolo e il nome dell’artista del brano on air, un servizio per tutti gli ascoltatori che desiderano avere notizie sulla musica selezionata da Fabio Volo.

Da dicembre verranno trasmessi in aggiunta, contributi parlati di vario genere, dove Fabio Volo si contraddistinguerà come al solito per il suo mood spensierato, ma allo stesso tempo fascinoso. Inoltre, si potranno ascoltare i suoi interventi telefonici che saranno un modo per mantenere il contatto con il suo pubblico radiofonico, i suoi racconti brevi ed infine le sue poesie di grande successo che raccolgono sempre grandi consensi tra gli ascoltatori.

In attesa del grande ritorno su Radio DEEJAY de “Il Volo del Mattino” – in onda dal 7 gennaio dalle 09.00 alle 10.00 – i suoi fedelissimi ascoltatori potranno ascoltarlo via web http://www.deejay.it/dj/webradio?nc=1012.
La web radio di Fabio Volo arricchisce l’offerta delle web radio di DEEJAY. On line sono già disponibili: Deejay+2, una novità assoluta nel panorama radiofonico italiano che permette di ascoltare tutti i programmi della radio riproposti esattamente due ore dopo; Deejay Juice, dove si può ascoltare il meglio di Radio DEEJAY, ovvero gli interventi più belli dei programmi della radio e la musica della nostra classifica ufficiale “50 songs”; ed infine Deejay Time Deegital Radio, la web radio con la musica del Deejay Time e dei programmi dance di Radio Deejay selezionati da Albertino, da Bob Sinclar Show a Slave to the Rhythm, da House Nation a Dance Revolution, da Benny Benassi a Computer Musik e altri ancora.

Le web radio di Radio DEEJAY permettono un ascolto audio di elevata qualità (128/kbit/s 44.100 Khz stereo). Inoltre, è presente un’integrazione dinamica delle web radio con i contributi nell’archivio multimedia di deejay.it, nella pagina della web radio compaiono i contenuti correlati relativi al programma che si sta ascoltando in quel momento.

5 Responses

  1. silvia

    Ciao Fabio,
    ho scoperto i tuoi podcast. Sono splendidi. Creativissimi e divertenti e bellissime le letture di poesie e brani di letteratura nonché le pillole di saggezza orientale!! wow 🙂
    Stai scrivendo una nuova storia? Speriamo che almeno questa ti venga… 😉
    Cmq la leggerò perché mi piace vol-are, è più forte di me.
    Baci,
    :-S

    Rispondi
  2. RENATA

    ciao non volevo commentare nulla ma solo chiedere a voi se potete inviarmi l indirizzo email di fabio, lavoro in una biblioteca e’ avrei necessita’ in qualche modo di mettermi in contatto con lui,grazie

    Rispondi
  3. RENATA

    alloraaaaaaaaaaaaa come faccio fabbbbiiiooo a mettermi in contatto con te???? siamo un interi paese di donne che ti aspettano e che pendono dalle tue labbra,mi vuoi dire come faccio a trovarti”””””””????????????

    Rispondi
  4. luka

    Fabio Volo, io comunista non ti ci vedo; nè comunista vero – non ce ne sono, purtroppo – nè immaginario, non me lo sembri.
    Ti vedo come uno con pochi studi, certo, di base, di ricerca personale di formazione, e di crescita… e nonostante hai pubblicato libri!
    … tutti in ‘saldi d’estate con disponibilità immediata’, se t’interessa: ti sto informando!
    Ogni tanto qualche ideina qua e là, nelle tue ‘opere’ come ce l’ha il mio formaio,
    faccio un esempio a caso, e come ce l’ho anch’io, senza esaltarmene troppo, però. E non pubblico!
    Ti vedo come uno che ha fatto parecchio per uscire dall’anonimato – legittimo e fors’anche lodevole,
    specie se ne avevi proprio bisogno, se non ne potevi fare a meno, se ti ‘scappava’ come si dice: un’incontinenza qualsiasi!
    Ma la morale no, è troppo, e da te non me l’aspettavo. Almeno quella risparmiaci: dopo esserti vantato d’esserti ‘fatto’,
    di non aver mai letto i Promessi Sposi (tanti stranieri vengono a Milano per conoscere questo capolavoro e il suo autore!)
    e di altre cose ancora di questa elevatura …
    Fabio, ascolta a me che grazie a Dio sono nessuno, e se non me ne vanto, poco ci manca.
    Se è vero che sai fare il pane – e io non ci credo – ritorna a farlo e fallo bene, prima che sia troppo tardi,
    prima di dover richiedere indietro anche tu, a Milano o alla vita, la tua seicento,
    i tuoi vent’anni, e la ragazza che tu sai!..
    E smettila di fare il coglioncello trattando come cipolle le donne, come mele, come michette.
    Fabio, per non essere come gli altri, ti sei accorto d’essere diventato come gli uni?..
    quelli che hanno più soldi cioè, e se la spassano, e se ne fregano di tutti
    che ti pubblicano i libri e non pubblicano quelli validi, e ti danno spazio in radio … quelli che critichi, insomma.
    E ne abbiamo già così tanti, è vero o no? dimmi che bisogno c’era che ti aggiungessi anche tu.
    Ce n’è già troppa di gente che critica i ricchi solo perché vorrebbe essere
    come loro, sotto sotto. E non tanto sotto sotto!
    Mi correggo Fabio, ma non ti offendere, e che non ti scappi di volermi offendere,
    ché per poter offendere me devi avere il mio consenso e la mia debolezza,
    e con me non attacca: sei come gli altri, Fabio, come tutti i peggiori.
    Ti stimo abbastanza da sperare che te ne sia accorto anche da solo, nel frattempo,
    e non necessariamente davanti allo specchio. Dillo!
    Fabio, i tuoi ‘bei anni’ li hai anche tu: non puoi farti suggerire dagli altri quello che devi dire!..
    Sai quando comincerò a credere in te, in quello che fai e che dici? quando saprò
    che comunista lo sei diventato davvero sul serio. Io lo spero: è proibito?

    Rispondi
  5. Gloria

    ho da poco iniziato a conoscerti ma ho già divorato 3 dei tuoi libri…ma cosa mi fai??sento che mi leggi nella testa nei tuoi libri mi sembra di leggere qualcosa che io ho scritto…mi sono perdutamente innamorata di te caro volo!domenica sono stata alla mondadori in via del corso a comprare qualche tuo libro e solo ora ho scoperto che sei stato lì venerdì…:)

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.