#iorestoaleggere…(quanti libri sulla musica ti sei perso?)

Articolo di Serena Lotti

Non è semplice trasformare un problema in un’opportunità. Figuriamoci una pandemia globale. Al tempo delle quarantene worldwide tutti non vedono l‘ora di tornare a correre veloci quando invece è necessario rallentare. E chi lo sa come si rallenta? Chi ce lo ha mai insegnato? Nasci e hai da fare, cresci e hai da fare, diventi un adulto e hai sempre più da fare, diventi vecchio e gli sbattimenti continuano a tormentarti. E adesso ti dicono che ti devi fermare. Attenzione…devi farlo al meglio però. Fermarsi mica vuoldire schiacciarsi contro una parete e trasformarsi in una spora aspergillus. Nella società globalizzata se ti fermi devi comunque essere performante, vincente, produttivo, competitivo. Dissento…e dico…Fate quello che volete. Dormite, ingrassate, abbruttitevi, annoiatevi, andate in modalità decadentismo leopardiano. Non dovete per forza diventare pasticceri rifiniti, sarti provetti o giardinieri illuminati. Non dovete accanirvi necessariamente su un chilo di farina o su un povero geranio cercando di arrivare a fine giornata con un progetto portato a termine. E non voglio dire con questo che dovete annichilirvi. Mettetevi in pause adesso perchè quando tutto sarà finito non ne avrete più l’occasione. Potere anche fissare il vuoto e non pensare a niente perchè è proprio nel nulla che si trova la realtà (beh questo lo diceva già Samuel Beckett). E tra il nulla e una crostata alle fragole leggetevi uno di questi libri sulla musica perchè forse quando tornerete a correre veloci non ne avrete più il tempo. Potete farlo anche con la bolla al naso. Anzi, meglio.

Ah dimenticavo. Ovviamente andrà tutto bene.

Nick Drake. La biografia.

di Patrick Humphries
Un compito difficile raccontare la breve vita di Nick Drake considerando l’alone di riservatezza che ha sempre accompagnato la sua figura, anche dopo la tragica scomparsa nel 1974, a soli 26 anni, per una dose letale di psicofarmaci. Humphries ha sfidato la reticenza di molti recuperando importanti testimonianze; il suo libro ha il pregio di raccontare Nick Drake per quello che è stato ed ha vissuto, senza voler fare dello sterile sensazionalismo sulla sua morte, né voler chiarire a tutti i costi se si sia trattato di suicidio o di un fatale errore.
Compralo su Amazon > https://amzn.to/3d1fNsY

Così vicino, così lontano. La storia di Ian Curtis e dei Joy Division.

Di Deborah Curtis
La biografia scritta dalla moglie di Ian Curtis. Tutti i testi dei Joy Division in originale e traduzione con numerose pagine inedite. La discografia completa, tutti i concerti. Questo libro può aiutarci a comprendere la natura dell’ossessione che continua ad attraversare la cultura rock: la nozione romantica dell’artista tormentato, troppo veloce per vivere, troppo giovane per morire. Compralo su Amazon > https://amzn.to/2U4ZfIb

Peggio di un bastardo. Autobiografia di Charles Mingus.

Di Charles Mingus
L’autobiografia di Charles Mingus inizia con l’artista seduto a colloquio con il suo psichiatra. Appena uscito da un periodo lacerante e tormentato, il famoso contrabbassista torna alla sua strenua ricerca di un equilibrio nell’unico modo possibile: la musica. Una biografia romanzata, scritta a quattro mani con l’amico Nel King, il solo bianco capace veramente di insinuarsi nella sua mente e di intuire, al di là delle apparenze, i binari oscuri su cui si muove per dare loro una direzione compiuta. Compralo su Amazon > https://amzn.to/2xEYs9h

Inside out. La prima autobiografia dei Pink Floyd.

Di Nick Mason
In qualità di unico membro ad aver fatto parte della band per 50 anni di esistenza, questa è la testimonianza profonda ed autoironica di Nick Mason sui molti alti e bassi dei Pink Floyd, dalla loro nascita nel movimento underground degli anni ‘60 al massiccio successo mondiale di The Dark Side of The Moon e le spaccature e le pressioni che seguirono. Nick Mason riflette sugli anni successivi alla performance finale della band nel Live 8 nel 2005, un periodo di perdite signifi cative, enormi progressi digitali e l’ascesa dei social media.
Compralo su Amazon > https://amzn.to/33hBdOd

Girl in a band. L’autobiografia di Kim Gordon.

Di Kim Gordon
Kim Gordon ci fa rivivere il suo percorso da ragazza a donna, da musicista ad artista. Fondatrice, insieme a Thurston Moore, dei Sonic Youth, Kim Gordon ci regala un memoir che racconta la sua storia pubblica e privata. Girl in a band è il racconto in parole delle immagini e dei suoni di un mondo colto in un momento di profondo cambiamento: il viaggio straordinario di un’artista e con lei di un’attitudine che sta ancora influenzando la nostra cultura.
Compralo su Amazon > https://amzn.to/2wa3F8D

L’ impressione di essere eterno. Interviste perdute di Jeff Buckley.

A cura di Federico Traversa, Marco Porsia, Francesca D’ancona 
In questo libro – che raccoglie quasi tutte le interviste rilasciate da Jeff Buckley nella sua breve vita – il musicista si svela senza filtri né censure fra paure, insicurezze, la carriera in ascesa, il difficile rapporto discografico con la Columbia e i tanti dubbi mentre in sala d’incisione sta registrando il monumentale “Grace”. E poi il successo, la stanchezza per i lunghi tour, il difficile rapporto con le droghe, il fantasma del padre Tim sempre presente. Ne viene fuori l’immagine di un ragazzo sensibile e complicato, follemente innamorato della musica, il cui più grande timore, forse, è essere frainteso. Compralo su Amazon > https://amzn.to/2WorW5J

Frank Zappa. L’autobiografia.

Di Frank Zappa e Peter Occhiogrosso
Con ironica modestia Frank Zappa ci regala una lunga confessione pubblica scritta cinque anni prima della morte. Musicista brillante e paradossale, Zappa si rivela velenosamente anche come narratore. Nel suo mirino non solo fulgide memorie anni ’60 ma anche scabrosi temi del nostro tempo, dal puritanesimo sessuofobico al fondamentalismo religioso, dalle meschinità dello show business alla crisi del comunismo e della democrazia americana.
Compralo su Amazon > https://amzn.to/2Wos0T1

The heroin diaries. Un anno nella vita di una rockstar allo sbando.

Di Nikki Sixx e Ian Gittins
Nikki Sixx dei Mötley Crüe pubblica un ipnotico diario che risale all’anno in cui è scivolato in una tremenda spirale di autodistruzione. Quando i Mötley Crüe erano all’apice del proprio successo non c’era droga che Nikki Sixx non si sarebbe fatto.  Con la sua onestà brutale, i suoi contenuti estremi e un’intensità a tratti commovente, The Heroin Diaries accompagna Nikki nel corso dell’anno durante il quale la rockstar ha toccato il fondo – fino alla coraggiosa decisione di rialzarsi e di ricominciare a vivere. Compralo su Amazon > https://amzn.to/2wa46jh

Serving the servant. Ricordando Kurt Cobain.

Di Danny Goldberg
Attingendo ai ricordi personali di Goldberg (il manager dei Nirvana), a documenti mai resi pubblici e a interviste con i familiari, gli amici e gli ex compagni di Kurt Cobain, Serving the Servant getta una luce completamente nuova su questi anni critici senza indugiare sulla comune ossessione per l’angoscia e la depressione che apparentemente guidavano Kurt. Questo libro si concentra invece sul suo genio, la sua compassione, la sua ambizione e l’eredità che ha lasciato e che dura da decenni, un tempo ben più lungo della sua stessa carriera.
Compra il libro su Amazon > https://amzn.to/3cVOS1L

Nofx. Una vasca per cesso e altre storie…

Di Jeff Alulis
Drogati, molesti e spudorati, i NOFX raccontano il meglio e il peggio delle esperienze che li hanno portati a diventare una delle band hardcore punk più controverse e influenti del mondo. Questo libro è ricco di episodi esilaranti e rivelazioni inaspettate, e tra le pieghe di vizi, perversioni varie e vero e proprio delirio, ritroviamo anche avvincenti spaccati della violenta scena hardcore punk californiana degli anni ’80, amari ricordi della dipendenza da eroina, folli episodi sulla vita in tournée, curiose pratiche sessuali e molto, molto altro…
Compra il libro su Amazon > https://amzn.to/3d0Lm6b

La sottile linea bianca.

Di Lemmy Kilmister e Janiss Garza
Lemmy Kilmister è sinonimo di eccesso, e questa è la storia del più incredibile bevitore, del più entusiasta malato di sesso e suoni estremi che sia mai salito su un palcoscenico. Cresciuto troppo in fretta nel 1975, si inventò un genere musicale, lo speedmetal, e fondò i leggendari Motörhead. Nel corso di tutti questi anni il gruppo ha subito diversi scossoni e cambiamenti, ma Lemmy è sempre rimasto in sella. La sottile linea bianca è il suo furioso viaggio attraverso gli eccessi, il percorso di un uomo coerente solo nell’amore per la sua musica e il piacere. Una cavalcata divertente e oltraggiosa, in linea con lo stile inconfondibile del più ruvido e rumoroso cantante del mondo. Compra il libro su Amazon > https://amzn.to/3cXF73h

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.