Si uniscono APE&RASTER – Milano e i concerti ai tempi del Covid19

Abbiamo scambiato quattro chiacchiere con i ragazzi di APE&RASTER che, imperterriti (ma comunque sempre nel rispetto delle norme) si sono uniti e continuano a proporre eventi e concerti a MIlano. Reduci da un eventi all day, lo scorso 26 settembre 2020, programmano di tenerci occupati tutto ottobre. Appuntamento ai Canottieri di San Cristoforo, il nuovo food hub di Mare Culturale Urbano. Ecco cosa ci hanno raccontato!

Siete tornati con un evento all day dove avete riunito un po’ gli animali sociali di
Milano. Ora che i grandi centri aggregatori (tra cui il vicino Rocket) sono chiusi, i vostri piani per ottobre sembrano molto importanti per la vita sociale indie di questa città. Quali sono i prossimi appuntamenti che potete già svelarci?
Grazie, innanzitutto, facciamo del nostro meglio e chiaramente ci spiace che tante altre realtà più grandi stiano faticando per trovare una dimensione in questo periodo.
Per quanto riguarda i nostri piani possiamo svelarvi tutto sul mese di ottobre, che verrà comunicato a giorni, in seguito alla bella collaborazione con Mare Culturale e Raster su Canottieri San Cristoforo – il nuovo food hub di mare culturale – abbiamo ampliato il discorso prendendo in mano la direzione artistica del locale su tutto il mese di ottobre. Faremo quindi eventi (rigorosamente seduti) dal giovedì alla domenica, con una programmazione che spazia dal reading, alla musica live e al djset. Lo spazio ci piace tantissimo, affacciato sul Naviglio ma riparato e raccolto, con possibilità di bere o cenare e un’atmosfera che ricorda molto le nostre serate. Speriamo di vedervi lì.

Com’è andata la giornata del 26 settembre?
Benissimo, per citare un feedback da chi c’era “sembrava di stare a Berlino (market, musica, treno che ti passava sul ponte, birre) una figata”

Com’è Milano dopo il lockdown e cosa le servirebbe per stare meglio?
Milano in questi mesi è inevitabilmente cambiata, si ricomincia piano piano e adesso c’è maggiore fiducia rispetto alla sfera degli eventi, c’è una gran voglia di ripartire da parte di tutti noi organizzatori. Da parte degli stessi, insieme alle risposte positive sono arrivate anche nuove idee per vivere appieno gli eventi in sicurezza, ora aspettiamo che anche le istituzioni ci diano risposte un po’ più incoraggianti su come poterle mettere in pratica e su come migliorare.

Chi c’è dietro APE & Raster, e come vi siete trovati?
Milano è piccola e il mondo degli organizzatori di eventi ne è una minuscola frazione, ci conosciamo e stimiamo da anni ma prima d’ora non era mai nata l’esigenza di unire le forse per collaborare. Raster e Mare Culturale hanno la fortuna di avere a disposizione un (e anche più di uno) locale che si adatta perfettamente a questa situazione di eventi ibridi, e noi abbiamo la fortuna di trovarci in perfetta sintonia con loro potendo quindi sviluppare insieme nuove proposte.

Piani per il futuro?

Al momento il nostro piano è tenerci pronti a improvvisare, come infatti stiamo già facendo e stiamo scoprendo che può essere divertente, ma con gli occhi rivolti sempre al prossimo APE. Aspettiamo il 2021 con trepidazione, ma senza ansia, che di quella in giro ce n’è già abbastanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.