Intervista a JESSE THE FACCIO: prendersi per le caviglie

di Thanks For Choosing

Abbiamo scambiato quattro chiacchiere con con Jesse The Faccio, che ha pubblicato da poco il suo nuovo singolo dal titolo Caviglie (che nonostante tutto è una sorta di canzone d’amore neo-indie), un nuovo assaggio che ci avvicina ad un nuovo album in uscita questa primavera. Leggete cosa ci ha raccontato!

– Perchè tutto parte da Caviglie? Di cosa sono metafora?
CAVIGLIE è un pezzo a cui tengo molto, tra gli ultimi scritti, è arrivato di getto e abbiamo trovato subito una chiave diversa e per me veramente interessante per l’arrangiamento. Dal provino avevo già detto okay è il primo singolo. Forse son metafora di qualcosa che hai addosso, che comunque ti porterai dietro e prima o poi si fa sentire, non so non c’ho mai pensato.

– Caviglie è una canzone romantica? In che modo?
Si direi che è abbastanza romantica, un po’ triste e piena di speranza. Alla mente avevo più un mio caro amico e la sua di situazione sentimentale rispetto alla mia quando l’ho scritta. Poi comunque c’è tanto anche della mia “condizione”. Parla d’amore in alcune delle sue sfaccettature: accettazione, pentimento, consapevolezza, rispetto, speranza. Direi che è per questo che risulta romantica ahah.

– In che modo Caviglie rappresenta un primo capitolo del tuo secondo disco?
Non penso sia un primo capitolo, è un biglietto da visita che prova a dire “ci sono” “ci sarà qualcosa di diverso” non più solo le solite vibes ma anche altro, della maturità in più (penso ahah).

– In cosa sarà diverso questo secondo disco?
Saranno più brani, sarà “diviso” in due parti, una più simile al mio precedente lavoro l’altra più sperimentale diciamo.

– Ci sono altri gruppi italiani che per sonorità si avvicinano a quelle del lo-fi americano?
Yes come sempre, come l’anno scorso, i miei fratellini Post Nebbia e Venere entrambi miei concittadini, Bartolini amico di Roma. Poi ne so sicuramente altri ma non mi vengono in mente. Sicuro che nel 2020 ce ne saranno più del previsto.

– Jesse The Faccio sembra essere sia un progetto solista che una band, com’è?
Jesse de Faccio sono io, il mio nome e cognome la mia identità. Jesse the Faccio parte chiaramente da me (scrivendo ed arrangiando i brani) ma ormai siamo una famiglia che parte dai miei compagni di band che oltre al palco condividiamo la produzione il management ecc ecc. poi tutte le etichette e realtà, ognuno ha un ruolo, siam tutti Jesse THE Faccio.

– Cosa succederà nei prossimi mesi?
Intanto sarò in pieno tour chitarra e voce fino a febbraio. Venite dai. Poi penso usciranno singoli e poi il disco, non tardissimo promesso. Poi si vedrà!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.