Festival di SANREMO 2019: in gara Zen Circus, Ghemon e Motta

Sono stati annunciati ieri sera in diretta durante Sanremo Giovani su Rai 1, condotto dallo strano duo Baudo & Rovazzi, i primi 11 big in gara al Festival di Sanremo 2019, che andrà in onda su Rai 1 dal 5 al 9 febbraio 2019 in diretta dal Teatro Ariston e che vede per il secondo anno consecutivo la direzione artistica di Claudio Baglioni.

Ecco i nomi dei primi 12 partecipanti:
Paola Turci (Con l’ultimo ostacolo)
Simone Cristicchi (Abbi cura di me)
Zen Circus (L’amore è una dittatura)
Anna Tatangelo (Le nostre anime di notte)
Loredana Bertè (Cosa ti aspetti da me)
Irama (La ragazza col cuore di latta)
Ultimo (I tuoi particolari)
Nek (Mi farò trovare pronto)
Motta (Dov’è l’Italia)
Il Volo (Musica che resta)
Ghemon (Rose viola)
Einar (il primo dei due vincitori di Sanremo Giovani 2018)

Complessivamente saranno 24 gli artisti in gara nel Festival 2019. Gli altri 11 saranno svelati nella serata di stasera, ai quali si aggiungono poi i due ragazzi vincitori di Sanremo Giovani.

Vecchie conoscenze come Loredana Bertè, che ha fortemente e caparbiamente voluto il ritorno sul palco dell’Ariston e porta un brano con la firma di Gaetano Curreri; vincitori di edizioni passate come Simone Cristicchi (indimenticabile la sua delicata Ti regalerò una rosa del 2007), che da qualche anno preferisce il teatro alla musica, e i tre ragazzi de Il Volo che hanno sbancato nel 2015; vincitori tra le Nuove Proposte come Anna Tatangelo (aveva 15 anni quando fu catapultata nel “giro che conta”) e Ultimo (incoronato solo un anno fa, ma con 12 mesi alle spalle da incorniciare che si sono concretizzati anche nell’annuncio di una data allo Stadio Olimpico il prossimo 4 luglio).
C’è chi alle ultime partecipazioni aveva lasciato il segno come Paola Turci e Nek; ma c’è spazio anche per le nuove realtà come Irama (adorato dalle ragazzine) e Ghemon, il rapper che lo scorso anno assaporò l’aria e l’atmosfera della Riviera ospite di Diodato e Roy Paci nella serata dei duetti). E poi due novità per il festival, ma che novità non sono affatto, come Zen Circus e Motta, che si sono guadagnati sul campo il loro posto d’onore al festival (in quota “post” indie). Ai 22 big si aggiungono poi i due ragazzi vincitori di Sanremo Giovani. Il primo pass utile lo ha staccato il giovane Einar, già conosciuto al grande pubblico per la sua partecipazione ad Amici. Federica Abbate, autrice di punta degli ultimi anni con testi firmati per Laura Pausini, Eros Ramazzotti, Francesca Michielin, ha conquistato invece il Premio della Critica, assegnato dai giornalisti della sala Stampa presenti al Casinò di Sanremo.

Nella serata, che Pippo Baudo e Fabio Rovazzi hanno condotto ha fatto irruzione anche Rocco Papaleo che a sorpresa ha annunciato che sarà lui a condurre il Dopofestival, “che emozione tornare dopo sette anni”, ha detto l’attore. In attesa di scoprire a chi sarà assegnato l’ultimo posto rimasto disponibile per il festival, da domani si aprono anche le iscrizioni a Sanremo Young.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.