The KINKS: 50 anni fa usciva il rivoluzionario singolo “Lola”

Il 12 giugno 1970 una delle migliori band britanniche, i Kinks, pubblicò una canzone rivoluzionaria che avrebbe consolidato ulteriormente il loro posto nella storia della musica, “Lola”.

In anticipo sui tempi, ‘Lola’ fu scritta da Ray Davies all’inizio del 1970 e registrata ai Morgan Studios di Londra. Il brano narra la storia romantica tra un giovane uomo e una persona transgender incontrata in un club di Soho e il testo fu ispirato da una storia di un presunto incontro del manager della band.

Uscito come singolo insieme al brano “Berkeley Mews” outtake dell’album Village Green Preservation Society in Inghilterra e con il brano di Dave Davis “Mindless Child of Motherhood” negli Stati Uniti, l’iconico successo è stato cantato in tutto il mondo per decenni.

“Lola” è stata citata da Ray Davies come la prima canzone scritta dopo una pausa che si era preso per recitare nel film del 1970 ‘The Long Distance Piano Player’, della serie Play for Today prodotta dalla BBC. Ray ha detto di aver inizialmente faticato a registrare un’apertura che avrebbe impostato la canzone, ma che il resto della canzone “è venuto naturalmente”.

Lui stesso osserva: “Ricordo di essere entrato in un negozio di musica in Shaftesbury Avenue quando stavamo per registrare ‘Lola’. Dissi: ‘Voglio ottenere un ottimo suono di chitarra su questo disco, voglio un Martin’. E nell’angolo c’era questa vecchia Dobro del 1938 che ho comprato per 150 sterline. Li ho messi insieme su ‘Lola’ e quello che rende il sound così potente è la combinazione del Martin e della Dobro con una pesante compressione”.

A causa del testo controverso e dell’uso del nome Coca-Cola, all’epoca il singolo ha incontrato resistenze e persino divieti in Gran Bretagna e in Australia, ma ha ricevuto il plauso della critica con Rolling Stone che ha etichettato ‘Lola’ come un brano “in anticipo di decenni sui tempi”.

Il singolo è diventato un inaspettato successo per i Kinks, raggiungendo nelle classifiche il secondo posto in Gran Bretagna e il nono negli Stati Uniti. Il singolo ha avuto successo in tutto il mondo, raggiungendo la vetta delle classifiche in Irlanda, Nuova Zelanda e Sud Africa, oltre che la top 5 in Germania, Austria, Belgio e Svizzera. Il brano è diventato il singolo di maggior successo della band dai tempi di “Sunny Afternoon” del 1966.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.