Helloween: esce il 2 Giugno il nuovo album “My God-Given Right”

Fin dalla pubblicazione del loro primo EP “Helloween” nel 1985, poi grazie al superbo album di debutto “Walls Of Jericho” (1985) e ai capolavori “Keeper Of The Seven Keys Part I/II” (1987/88) gli Helloween sono considerati senza dubbio i maggiori rappresentanti della scena melodic speed metal mondiale . Alcuni li definiscono i padrini del genere, in grado ancora oggi di influenzare ed ispirare sia band veterane del genere che nuove band.

Nel corso della loro splendida e trentennale carriera, gli Helloween (in concerto il 20 Giugno a Natz, in provincia di Bolzano – tutte le info qui: http://www.helloween.org/live.html) sono stati ospiti dei più rinomati festival mondiali, come il brasiliano Rock In Rio, il giapponese Loudpark’ Festival, il polacco Woodstock e il tedesco Wacken Open Air: il più importante festival metal al mondo. La band ha inoltre completato innumerevoli tour mondiali, espandendo la sua già ampia fanbase in paesi come Indonesia, Brasile e la Bolivia. E ancora, è stata protagonista di alcuni dei più spettacolari show di sempre con i giganti del metal quali Black Sabbath, Dio, Ozzy Osbourne e Slayer. Nel frattempo gli Helloween hanno pubblicato 14 album in studio e 3 album live , hanno venduto oltre 8 milioni di copie in tutto il mondo e collezionato 15 dischi d’oro e 6 di platino. Il più recente “Straight Out Of Hell” ha debuttato alla posizione #4 nella classifica di vendite in Germania (la più alta in carriera), nella top 5 delle classifiche europee e nella Billboard top 100 in US. Il tour di supporto all’album li ha visti protagonisti in 39 Paesi tra Europa, Asia e Nord America, con oltre 100 show sold out.

helloween-god-given-rightAnche dopo tre decadi, il nuovo “My God-Given Right” enfatizza e prosegue il cammino intrapreso. Come conferma il cantante Andi Deris, il motto della band è semplice: “Tornare alle radici – ma con nuove canzoni”“Ora più che mai i nostri fan vogliono cantare e scatenarsi insieme a noi”, prosegue Deris“E tutto funziona meglio con cori distintivi e dalla chiara impronta 80-ies”. Il chitarrista Michael “The Weik” Weikath precisa: “La nostra missione non è far rivivere a tutti i costi gli anni ‘80 – con nostra grande sorpresa, le dinamiche legate a questo modo di lavorare hanno assunto vita propria”.

Entrambi, “The Weik” e Deris, sottolineano quanto il titolo dell’album sia autoesplicativo: “Sicuramente ci saranno hater pronti a presumere che noi non abbiamo niente di meglio da fare che riciclare il passato invece di muoverci verso il ventunesimo secolo. Ma queste critiche ci accompagnano ormai da molto tempo e non ci hanno mai colpito. Abbiamo sempre mantenuto un atteggiamento molto libero nel confronti dell’Heavy Metal: fare solo ciò che vogliamo e non seguire le direzioni imposte dal mercato e dal momento. Siamo rimasti impassibili e abbiamo seguito la nostra visione perché crediamo sia nostro diritto realizzare senza compromessi la musica che più amiamo”.

Questa attitudine si riflette in tutte le qualità uniche del suono degli Helloween e si materializza fin da subito nel nuovo capolavoro. La decisa “Heroes” e la veloce “Battle’s Won” confermano tutto quanto anticipato. Andando avanti, brani come la title track “My God-Given Right” e “Claws” mostrano il tipico marchio di fabbrica degli Helloween: chitarre veloci, bassi potenti e cori super melodici.

“Swing Of A Fallen World”, quasi un riferimento a “The Dark Ride”, è la prova che gli Helloween hanno trasportato con successo le caratteristiche del suono anni ‘80 in questa nuova era. Epica e psichedelica, la semi-ballad “Like Everybody Else” cambia marcia strizzando l’occhio agli anni settanta, mentre “Russian Roulé” sorprende con toni cupi e oscuri.

“Living On The Edge” e “Stay Crazy” vivono grazie ai brillanti e coinvolgenti cori firmati Helloween, mentre “Lost In America” ha tutte le carte in regola per diventare una hit alla pari di “I Want Out”“If God Loves Rock’n’Roll” affascina l’ascoltatore come il leggendario singolo del 1988 “Dr. Stein”. Poi, dopo alcune e inaspettate pause ritmiche, “Creatures In Heaven” emerge come un inno uptempo, cui si affiancano gli oltre 7 minuti della conclusiva “You, Still Of War” (la più lunga traccia dell’album) che accompagna l’ascoltatore attraverso un viaggio ambientato nel 1987, quando i cinque ragazzi di Amburgo si preparavano a presentare l’indimenticabile “Helloween”.

“My God-Given Right” (caratterizzato da un artwork che ricrea un esclusivo “pumpkin world” strettamente legato ai nuovi brani – l’edizione limitata digi-pack è arricchita da una versione 3D della cover) è un album vario e ricco di suoni, in grado di coprire l’intero spettro musicale della band: dai primi giorni dello Speed Metal ad oggi. Esattamente come i suoi predecessori, “My God-Given Right” è un lungo e profondo cammino musicale che invita l’ascoltatore a lasciarsi andare e seguire la via indicata. Ultimo ma non meno importante, è l’album che celebra i primi trent’anni degli Helloween e che dimostra che la band, ancora al top della propria creatività, continuerà a influenzare la scena metal mondiale. Esattamente tutto ciò che ci si aspetta dai “padri del Melodic Speed Metal”!

TRACKLIST
01. Heroes
02. Battle’s Won
03. My God-Given Right
04. Stay Crazy
05. Lost In America
06. Russian Roulé
07. The Swing Of A Fallen World
08. Like Everybody Else
09. Creatures In Heaven
10. If God Loves Rock ‘n’ Roll
11. Living On The Edge
12. Claws
13. You, Still Of War

Bonus:
14. I Wish I Were There
15. Wicked Game

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.