Esce il 6 Aprile “Forever Words”: canzoni nate dalla poesia, dai testi e dalle lettere di JOHNNY CASH

“Forever Words” è un album composto da canzoni nate dalla poesia, dai testi e dalle lettere sconosciute di Johnny Cash, trasferite in musica da un’incredibile gamma di artisti contemporanei. L’album è disponibile in CD e vinile, in tutti i negozi di dischi e store digitali da venerdì 6 aprile.

Dopo la scomparsa di Johnny e June Carter Cash, il figlio John trova un “mostruoso ammasso” di cose, un tesoro composto da materiale inedito fatto di lettere scritte a mano, poesie e documenti. Negli ultimi due anni, proprio in veste di produttore, John Carter Cash assieme a Steve Berkowitz decidono di invitare un cast stellare di musicisti a creare nuove musiche che possano rappresentare questi scritti sconosciuti. Molte delle canzoni di Forever Words traggono ispirazione dal libro “Forever Words: The Unknown Poems”, mentre altre sono basate su scritti inediti.

Il mood dell’album è chiaro già dal brano di apertura “Forever / I Still Miss Someone” in cui Kris Kristofferson recita un poema con l’accompagnamento della chitarra di Willie Nelson, entrambi amici di Johnny. Si passa poi alla più intima “A June This Morning”, una lettera che Johnny aveva scritto a sua moglie, June, interpretata dalla coppia Ruston Kelly e Kacey Musgraves. Nel 1996 Johnny Cash incide la cover di “Rusty Cage” dei Soundgarden per l’album Unchained, vincitore del Grammy, e 21 anni dopo Chris Cornell ricambia questa speciale relazione con Cash cantando alcune delle sue parole più toccanti ed introspettive in “You Never Knew My Mind” (una delle ultime registrazioni soliste di Cornell fatta prima della sua scomparsa).

“La scelta dell’artista da abbinare ad ogni canzone è stata solo una questione di cuore” ha dichiarato John Carter Cash. “Ho scelto gli artisti che sono più legati a mio padre, che avevano un vissuto personale con lui; è stato un sforzo eccitante mettere insieme questi lavori e presentarli a persone diverse che li avrebbero portati a termine nel modo in cui papà avrebbe voluto”. L’obiettivo dell’album non è stato quello di creare le memorie “perdute” di Johnny Cash, piuttosto un modo per far sì che i musicisti lavorassero su queste poesie permettendogli di restare vive per sempre in un nuovo mondo fatto di sola musica.

Tracklist
Forever/I Still Miss Someone – Kris Kristofferson and Willie Nelson
To June This Morning – Ruston Kelly and Kacey Musgraves
Gold All Over the Ground – Brad Paisley
You Never Knew My Mind – Chris Cornell
The Captain’s Daughter – Alison Krauss and Union Station
Jellico Coal Man – T. Bone Burnett
The Walking Wounded – Rosanne Cash
Them Double Blues – John Mellencamp
Body on Body – Jewel
I’ll Still Love You – Elvis Costello
June’s Sundown – Carlene Carter
He Bore It All – Daily and Vincent
Chinky Pin Hill – I’m With Her
Goin’, Goin’, Gone – Robert Glasper featuring Ro James, and Anu Sun
What Would I Dreamer Do? – The Jayhawks
Spirit Rider – Jamey Johnson

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *