Vinci i biglietti omaggio per il concerto dei KASABIAN a Tarvisio (Udine)

6

KASABIAN
20 LUGLIO 2012
TARVISIO (UDINE)
Piazza Unità, No Borders Festival

Per partecipare al concorso e vincere 1 dei DUE BIGLIETTI OMAGGIO in palio manda una mail a staff@rockon.it con oggetto KASABIAN – UDINE o lascia un commento a questo articolo, ricordandoti di indicare il tuo nome e cognome.

KASABIAN
20 Luglio 2012
Tarvisio (UD), Piazza Unità

No Borders Festival
Apertura cancelli ore: tbc – Inizio concerti ore: 21.15
prezzo del biglietto: 30 euro + diritti di Prevendita
Prevendite attive su www.ticketone.it, www.azalea.it e su www.oeticket.it

L’organizzatore declina ogni responsabilità in caso di acquisto di biglietti fuori dai circuiti di biglietteria autorizzati non presenti nei nostri comunicati ufficiali.

TERMINE DEL CONCORSO: 10 LUGLIO 2012
I VINCITORI VERRANNO AVVISATI TRAMITE EMAIL

Dopo lo scioglimento degli Oasis il pubblico internazionale amante dei suoni provenienti dall’Inghilterra è stato conquistato da quelli che da sempre sono stati indicati come gli eredi naturali dei fratelli Gallagher. Il nome che prima di tutti si è imposto all’attenzione del pubblico sono stati i Kasabian, la celebre band di Leicester attesissima al varco del quarto album, Velociraptor, uscito per Sony Music il 20 settembre 2011, già definito come il disco rock dell’anno!
Velociraptor è un grande disco rock, il più atteso dell’anno, e presenta i Kasabian in forma smagliante: il primo singolo, Days are Forgotten, sta avendo infatti un grande successo sui network radiofonici. La band ha rilasciato un’intervista alla bibbia del rock inglese NME dove definisce il nuovo disco un “urlo primordiale”. Queste le parole del chitarrista Sergio Pizzorno: “The album has a lot of raw, primal screaming. It has to be shouted that word. It has to be shouted.”
La forza dei Kasabian il pubblico italiano ha imparato a conoscerla per bene dapprima con i suoi concerti sold out di Milano, Bologna e Treviso, poi con i concerti a supporto di Muse (a San Siro davanti a 62mila persone) e poi ancora con gli U2 a Torino nel 2009.
La consacrazione live definitiva per la band capitanata da Sergio Pizzorno (chitarrista di chiare origine italiane) è giunta ad inizio settembre 2011 quando erano, con Arctic Monkeys, la band più attesa dell’I-day Festival di Bologna, una esibizione di fronte ad oltre 12mila persone.
Velociraptor è il quarto episodio della storia dei Kasabian, il disco più importante ed atteso della loro carriera, da cui si parla addirittura da gennaio 2010, quando uscirono le prime dichiarazioni della band sul nuovo lavoro. Un’ attesa lunga, lunghissima per un capolavoro rock 2.0. Dentro Velociraptor, prodotto dal genio hip hop/funk Dan The Automator, troviamo il ritmo robotico e claustrofobico del kraut rock, gli anni ’70 con la loro psichedelia, il rock degli anni 90, lo stile british delle melodie accattivanti anche quando si fanno più aggressive e soprattutto una ricerca attraverso il pop, l’elettronica ed anche l’hip-hop che va ben oltre le attese dovute ai precedenti album della band che contenevano singoli come LFS, Club Foot, Reason Is Treason, Shoot The Runner, The Empire, Fire, Vlad The Impaler ed Underdog, tutti brani entrati nelle playlist dei dj e delle radio più importanti del mondo e in diverse colonne sonore di films o videogames.
Il loro precedente album, West Ryder Pauper Lunatic Asylum, terzo nella discografia della band e secondo numero uno nelle classifiche inglesi, ha venduto quasi un milione di copie nel mondo confermando la collocazione dei Kasabian ai piani più alti del rock britannico. Oltre a procurare al nuovo decennio il primo vero inno da festival nelle fattezze del singolo “Fire” (un hit da Top 3 nelle charts inglesi), quel disco ha fruttato alla band una serie quasi ininterrotta di premi e nomination: un premio come miglior gruppo britannico ai Brit Awards, miglior album per la rivista Q, nomination al Mercury Prize, il riconoscimento di miglior album agli NME Awards e altri ancora.
I Kasabian sono: Tom Meighan – Serge Pizzorno – Chris Edwards – Ian Matthews – Jay Mehler

6 Responses

  1. alice cavalli

    KASABIAN – UDINE

    E’ DAVVERO UN’OCCASIONE IMPERDIBILE POTER PARTECIPARE A QUESTO CONTEST
    E PER QUESTO VI RINGRAZIO TANTISSIMO!
    AMO I KASABIAN DA QUANDO IL MIO RAGAZZO (TRA 2 GIORNI CONVIVENTE!)
    ME LI HA FATTI SCOPRIRE CON IL MERAVIGLIOSO SECONDO ALBUM EMPIRE…
    UN AMORE AL PRIMO ASCOLTO!!!
    ENTRAMBI FANS SFEGATATI DEGLI OASIS ABBIAMO AMARAMENTE ASSORBITO LA STANGATA CHE CI HANNO
    DATO I FRATELLINI GALLAGHER SEPARANDOSI MA GRAZIE AI KASABIAN E AL NUOVO AMORE PER LORO
    QUESTO DOLORE LIEVEMENTE S’E’ ATTUTITO…
    E COSI’ DA ALLORA ANDIAMO AD OGNI LORO CONCERTO POSSIBILE (IN ITALIA E AI NOSTRI 2 CONSUETI FESTIVAL EUROPEI ESTIVI!!!)
    ED E’ SEMPRE UNA GRANDE EMOZIONE!!
    POGARE…CANTARE A SQUARCIAGOLA…SUDARE…FOTOGRAFARE DALLE PRIME FILE DEL PUBBLICO E’ UNA FIGATA PAZZESCA!!!!
    SERGIO E’ PERSINO SUL MIO DESKTOP…EHEHEHE!!
    ECCO PERCHE’ DEVO VINCERE QUESTO CONTEST E NON POSSIAMO MANCARE!!!
    GRAZIE MILLE PER L’OCCASIONE
    A PRESTO
    ALICE CAVALLI
    GRUMELLO DEL MONTE (BG)

    Rispondi
  2. noemi ragazzi

    KASABIAN – UDINE

    grazie mille per il contest .. è un’opportunità fantastica !!!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.