UNDER THE BED: ascolta in anteprima “Controlled Filth”

Da venerdì 27 marzo sarà disponibile in digital download e in streaming “Controlled Filth”, il nuovo disco degli Under the bed, formazione toscana che mischia pop, rock e sperimentazione. Il lavoro, composto da cinque brani, è caratterizzato da sonorità grezze e sporche, in contrasto ad una scrittura consapevole, compatta e ben bilanciata.

Strutture semplici e dirette, pochi fronzoli digitali, canzoni sperimentali che strizzano l’occhio al math rock, ma catchy al tempo stesso, rendono “Controlled Filth” un disco vero, autentico e diretto come una raffica di ceffoni in pieno volto.

«Dopo i due full length “The Noble Art of Denying Reality” e “Two is a Lie”, eravamo pronti ad addentrarci in una nuova fase compositiva – raccontano gli Under The Bed – Negli anni precedenti, per via di cambi di formazione e intoppi vari, il processo di scrittura delle canzoni era stato molto discontinuo e frammentario. Finito l’ultimo ciclo di date per il secondo album ci siamo chiusi in sala prove, trovandoci per la prima volta a creare musica da zero come cinque teste diverse, improvvisando e “dialogando” con gli strumenti, inventando linee vocali e divertendoci come non mai. »

Nascono così i cinque brani di “Controlled Filth”, nei quali la band toscana tocca temi psicologici comuni ad ogni giovane adulto: la sicurezza e l’insicurezza di sé, il bullismo, le emozioni contrastanti che pendono vita dentro di noi, i fallimenti. Testi forti ma sempre aperti ad una visione positiva dell’esistenza umana.

«Con la scrittura e la composizione in sala prove, tutto è diventato più rapido, fresco – continuano i ragazzi – Un continuo ricircolo di proposte che ha reso la stesura delle strutture dei brani sia più elastica che più efficace, perché tutto veniva immediatamente messo alla prova suonando insieme. Questo approccio è stato mantenuto anche nel sound: le batterie sono state registrate in studio, si è sperimentato con amplificatori e pedali e si è cercato il più possibile di evitare troppi fronzoli digitali per fare un disco che suonasse il più possibile caldo. Alla fine di tutto questo, siamo cinque amici con cinque nuove canzoni su cui abbiamo riso e sudato insieme, e non potremmo esserne più fieri.»

“Controlled Filth” è stato composto e suonato da Michele Bertocchini, Andrea Bruciati, Armando Marchetti, Federico Morandi e Joshua Pettinicchio. Testi di Armando Marchetti, Joshua Pettinicchio, Andrea Bruciati. Registrato, prodotto e mixato da Michele Bertocchini presso La Tana del Lupo (Lucca). Batterie registrate da Francesco Foti presso House Of Glass (Viareggio). Mastering di Davide Prew e Pamela Del Sorbo presso Studio Meda Sound (Lucca).

Facebook: http://www.facebook.com/UTB.UnderTheBed/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.