10 Creepy Hits per Halloween: ROCKON HALLOWEEN PLAYLIST

Volenti o nolenti, la Festa di Halloween è entrata prepotentemente tra i nostri appuntamenti annuali nonostante le critiche dei tradizionalisti e i ripetuti tentativi di boicottaggio da parte dei puristi del calendario italiano. Approfittiamone, quindi, per rispolverare l’archivio musicale e usiamola come pretesto per comporre una playlist di 10 hits indimenticabili e assolutamente creepy, in linea con il mood di questa notte.

Scaldate le orecchie, eccovi la nostra personalissima ROCKON HALLOWEEN PLAYLIST:

Thriller – Michael Jackson

Partiamo “piano”, o meglio, con un grande classico intramontabile. Non esiste Halloween party che non abbia proposto almeno una volta nella propria tracklist uno dei pezzi più famosi del re del pop che, nel coro, cantava It’s thriller, thriller night, and no one’s gonna save you from the beast about to strike. E sì, la inseriamo nella nostra top 10 di Halloween anche per il balletto zombie del clip ufficiale. Potete biasimarci?

Lullaby – The Cure

Per entrare di diritto nella nostra playlist basterebbe anche solo la figura romanticamente oscura di Robert Smith, con la sua pelle lunare e i capelli nerissimi; ad ogni modo, il pezzo dei Cure è un vero e proprio racconto ansiogeno, la descrizione perfetta di un incubo in cui il cantante è avvolto dalle ragnatele di uno spiderman che non gli da tregua. On candy stripe legs the Spiderman comes, softly through the shadow of the evenin’ sun, stealin’ past the windows of the blissfully dead, looking for the victim shivering in bed. Provate ad addormentarvi, se ci riuscite.

Feed My Frankenstein – Alice Cooper

Anche per Alice Cooper vale lo stesso identico discorso fatto per Robert Smith; il patrono dello shock rock siederebbe comunque di diritto in questa classifica semplicemente per il suo viso cadaverico e le scenografie macabre dei suoi live. Tuttavia, all’horror rocker più famoso di tutti i tempi va riconosciuta la genialità di questo pezzo, in pratica una ricetta culinaria raccapricciante per uno stufato…umano: Bring you to a simmer, right on time, run my greasy fingers up your greasy spine. Guardatevi le spalle.

This Is Halloween – Danny Elfman

Un pezzo divenuto simbolo mondiale della notte di Halloween, soprattutto grazie al film “Nightmare Before Christmas”, un classico dell’animazione dedicata al 31 ottobre firmato Tim Burton. Non dimentichiamo poi che “This is Halloween” vale doppio grazie alla cover del 2006 del Reverendo, Marilyn Manson. This is Halloween, everybody make a scene, trick or treat till the neighbors gonna die of fright. It’s our town, everybody scream in this town of Halloween.

Ghostbusters – Ray Parker, Jr.

Già che si siamo, rimaniamo in tema musical-cinematografico con un altro classicone d’annata (1984): Ghostbusters (tananananana). Impossibile non pensare a loro quando si parla di fantasmi e creature maligne, di sicuro se questa notte le cose dovessero degenerare sappiamo tutti chi dover chiamare. If you’re all alone, pick up the phone and call… Ghostbusters!

Mr. Crowley – Ozzy Osbourne

Tornando a parlare di loschi figuri, è doveroso citare lo zio Ozzy. Questo pezzo è uno dei primi scritti dopo la separazione dai Black Sabbath (siamo nel 1980) e parla di Aleister Crowley, un enigmatico mago ed esperto dell’occulto vissuto a cavallo tra Ottocento e Novecento. Mr. Crowley, did you talk to the dead? […] You fooled all the people with magic, you waited on Satan’s call. C’è una telefonata dall’aldilà, tieni, è per te!

Dragula – Rob Zombie

Eh vabbè, siamo ripetitivi. Anche stavolta tocca ad un personaggio che è tutto un programma. Il buon caro Rob Zombie di horror, thriller, superstizione, sangue, morti viventi e tutti gli altri cotillon ne sa a palate. Nella nostra Halloween Tracklist entra con un pezzo che non parla direttamente della notte dedicata agli spiriti ma, essendo collegata alla serie TV “The Munsters” (il testo fa riferimento a Drag-u-la, una delle auto disegnate per lo show), ci sembrava perfetta per l’occasione. Dig through the ditches, and burn through the witches, I slam in the back of my Dragula.

Halloween – The Misfits

Horror (Punk) = Misfits. Se siete dei veri cultori del punk rock in tutte le sue cadenze, non potete non aver provato almeno una volta nella vostra vita a pettinarvi come Jerry Only (lo stile del suo ciuffo si è meritato addirittura una denominazione ufficiale: Devilrock). Anche se oggi lo stile Misfits incute più sorrisi che terrore, va da sé inserire la loro “Halloween” in questa classifica, una filastrocca malefica da insegnare ai propri figli (ed educateli come si deve, andiamo, basta One Direction!): Candy apples and razorblades! Little dead are soon in graves!

Surfin’ Dead – The Cramps

Il 1985 fu l’anno di “Return of The Living Dead”, il cult movie che consacrò la figura dello zombie mangiatore di cervelli modellandone per sempre forma e aspetto. Nella colonna sonora del film compaiono loro, Lux Interior e Poison Ivy, con un pezzo che potremmo catalogare come humor-rotten punk, una canzone che fa venire i brividi quando Lux canta “Run run run run!” ma che allo stesso tempo diverte e agita grazie all’inconfondibile stile Cramps. Ah, my favorite brain soup, cream of nowhere. Buon appetito.

Tarantula – Pendulum

Chiudiamo la nostra Halloween Playlist uscendo dal seminato rock, gothic e punk e addentrandoci nella drum and bass dei Pendulum. Anche se il pezzo ha un significato che non c’entra assolutamente nulla con Halloween, dobbiamo ammettere che esistono poche cose più paurose del contatto con una gigantesca tarantola nera. Ecco, i Pendulum con la loro metafora musicale riescono a dare la sensazione che di tarantole, sopra il nostro corpo, ne stiano correndo a centinaia. Black tarantula, you want me inject me bacteria. Chapeau.

Happy Creepy Halloween! Rockon.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.