VRBAN eco festival: la nona edizione dal 4 al 7 Settembre 2014 a Verona

Torna a Verona Vrban Ecofestival che quest’anno festeggia la sua nona edizione con una line-up altamente “sostenibile”: Luca Bassanese, Anansi, Bandabardò, The Bluebeaters, I Monaci del Surf e Levante.

VRBAN eco festival
9° edizione
4-5-6-7 Settembre 2014
Verona, Bastioni Vallo Città di Nimes
Ingresso gratuito // tutti i giorni dalle 18:00 alle 2:00

Giovedì 4 settembre
Anansi
Luca Bassanese

Venerdì 5 settembre
opening act: O’Ciucciariello
Bandabardò

Sabato 6 settembre
Monaci del Surf
Bluebeaters

Domenica 7 settembre
opening act: Colore (Mattia Pattaro)
Levante

Sostenibilità a 360° gradi è questo il tema portante della 9° edizione di Vrban Ecofestival. Ecofestival, perché dalla prima edizione Vrban ha voluto mettere al centro dell’attenzione il tema della sostenibilità a 360°: ambientale, sociale ed economica. L’evento, infatti, è completamente gratuito. Non solo riduzione della CO2 con un lavoro mirato sulla produzione dell’evento (che prevede energia verde 100%, riduzione dei rifiuti, utilizzo di strumentazione ad alta efficienza, mobilità sostenibile, abbattimento delle barriere architettoniche, cibi locali e stagionali, utilizzo di mater B e PLA e di materiali riciclati), con sostenibilità Vrban intende da sempre promuovere e valorizzare l’impegno sociale.

Ad aprire questa nona edizione di Vrban, LUCA BASSANESE, un’artista scoperto tre anni fa proprio in occasione dell’Ecofestival e che sta sviluppando, con grande successo, un percorso artistico in sintonia perfetta con la filosofia di Vrban. Sostenibilità ambientale, sociale e culturale sono questi i messaggi forti che Bassanese esprime a gran voce con i suoi testi e con la sua musica. E proprio quest’anno più che mai Vrban sposa il messaggio dell’ultimo album di Luca dal titolo: L’AMORE E’ SOSTENIBILE.

Prima di Luca Bassanese sempre giovedì 4 settembre, a salire sul palco di Vrban Ecofestival sarà ANANSI, talentuoso giovane compositore, dotato di ottima scrittura, con influenze di black music, raggamuffin, reggae e pop. La sua scrittura parla di temi sociali, interazione tra popoli e culture diverse, un mondo sostenibile nelle culture e religioni.

Per la seconda serata del festival, venerdì 5 settembre, arriva BANDABARDO’, band fiorentina nata nel 1993, a presentare il loro 11° album, ancora una volta dedicato al vivere felice che fa da unione tra i popoli. Ogni concerto della Bandabardò è sinonimo di energia e allegria ma senza dimenticare l‘impegno sociale e ambientale come testimoniano canzoni come “Lo sciopero del sole” e “Pianeta terra”.
“Siamo per la rivalutazione dei rapporti umani, dei miscugli razziali e culturali. Lottiamo per un mondo a misura di donna e di bambino e per vedere un giorno trionfare allegria e gentilezza”. Questo è il manifesto programmatico della Bandabardò”
Bandabardò, nel novembre 2010 ha pubblicato, il disco intitolato SETTE X UNO, i cui proventi sono stati devoluti all’associazione “Save the Children”. Il gruppo inoltre ha messo a disposizione i proprio testi per il progetto “Canzoni oltre le Sbarre”, realizzato da O’Press, la collezione di magliette nata dalle “note di De Andrè” ovvero immagini e idee ispirate ai versi del cantautore genovese create e serigrafate dai detenuti sulle magliette equosolidali nel rispetto dei diritti umani e dell’ambiente a cui si sono uniti artisti come Franco Battiato, Massimo Bubola, Vinicio Capossela, Daniele Silvestri, Carmen Consoli, Francesco Guccini, Francesco De Gregori, Dario Fo e Bandabardò.

Ma Vrban è anche festa e divertimento sostenibile, il sabato sera sarà dedicato al una nuova proposta per i giovani, I MONACI DEL SURF, un esperimento italiano in cui vengono riarrangiati in chiave surf sixties, i brani dalle grandi colonne sonore di film e serie tv. Accanto a loro ancora un compleanno per la formazione soul-beat torinese THE BLUEBEATERS, tornati alle origini dopo i grandi successi insieme con Giuliano Palma, con un nuovo album sempre dai profumi roacksteady beat giamaicani. Capitanati da Mr T-BONE (Africa Unite, Capossela, Alborosie,) Cato Senatore alla chitarra, De Angelo Parpaglione al Sax e Pat Cosmo Benifei (tastierista con Casino Royale e Neffa), alla voce come vent’anni fa.

Nella sezione delle nuove proposte per la prima volta a Verona il nuovo fenomeno pop cantautorale che sta facendo impazzire mezza Italia, LEVANTE, basti guardare i suoi video su youtube che hanno superato ormai il milione e mezzo di visite. Lanciata dal singolo “Alfonso”, Levante ha dimostrato in questo primo anno sotto la luce dei riflettori di essere molto di più di un tormentone estivo. La cantautrice di origine siciliana, trapiantata a Torino, prima è stata chiamata da Max Gazzè ad aprire i suoi concerti, poi, all’inizio del 2014, ha pubblicato l’album di esordio “Manuale Distruzione”, disco che ha confermato il grande potenziale dell’artista. Oltre al suo primo tour quest’estate, ha preso parte anche a “Un Amore così grande”, il tour dei Negramaro, che l’ha portata anche sul palco dell’Arena di Verona.

Sarà presente all’interno del festival l’VRBAN ECO MARKET, un mercato dedicato ai prodotti biologi a km 0, all’eco design e al re-make.
L’area ospiterà i Mercati di Campagna Amica. Questi sono i mercati degli agricoltori dove vengono venduti solo prodotti agricoli, italiani, provenienti dai territori regionali quindi rigorosamente a km zero. Un Mercato di Campagna Amica consente di fare la spesa in modo sostenibile e responsabile, acquistando prodotti agricoli di stagione, selezionati con cura, sempre freschi e di origine italiana garantita.

Inoltre VRBAN ECOMARKET ospiterà espositori del settore REMAKE a livello nazionale, perfettamente in linea con le politiche dell’ecofestival, il riuso e la trasformazione dei materiali nell’ottica della sostenibilità e nello specifico riguardanti i seguenti settori: Remake (Arredamento e Moda), Eco Design/Eco Fashion (Abbigliamento, Gioielli e Accessori), Cosmesi Natural, Prodotti biologici, Prodotti a Km 0.

In questa edizione sarà presente ad VRBAN un’ampia STREET FOOD AREA dove il pubblico potrà gustare diverse specialità “da strada”, una proposta food ad hoc per un festival: Pizza romana ripiena di mortadella, Pizza al tegamino, Hamburger rustico, Weggieburger, Hot dog artigianale, Frittura di paranza, Fritto misto alla bolognese, Panino con porchetta artigianale e panino con verdure, Frullati di frutta fresca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.